Menu
Cerca

Arresti e denunce in tutta la Bassa nelle ultime 24 ore

Giro di vite ad opera del pattuglione della compagnia dei carabinieri di Treviglio a Urgnano, Calcio, Verdellino, Capriate.

Arresti e denunce in tutta la Bassa nelle ultime 24 ore
Cronaca Romanese, 05 Agosto 2018 ore 09:34

Arresti e denunce ad opera del pattuglione della compagnia dei carabinieri di Treviglio nel territorio della Bassa.

Ricettazione e falso

A Capriate S. Gervasio i carabinieri della locale stazione hanno rintracciato e arrestato su ordine di carcerazione dell’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Bergamo un 60enne italiano con precedenti. L’uomo dovrà scontare un anno di reclusione per i reati di ricettazione e falsità materiale: venne trovato in provincia di Bergamo alla guida di un veicolo con una patente falsificata. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato portato in carcere a Bergamo.

Minacce a pubblico ufficiale

A Verdellino i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Treviglio hanno denunciato in stato di libertà un rumeno 45enne per minacce a pubblico ufficiale e simulazione di reato. L’uomo aveva richiesto pretestuosamente l’intervento dei carabinieri, senza alcun valido motivo, minacciando poi gli stessi per condizionarne il relativo operato.

Ubriaco alla guida

A Calcio i carabinieri della locale stazione hanno denunciato in stato di libertà un marocchino 37enne del posto trovato alla guida del proprio autoveicolo in stato di ebbrezza alcolica. Oltre al deferimento alla Magistratura Bergamasca, gli è stata immediatamente ritirata la patente di guida e decurtati 10 punti dalla stessa.

Procurato allarme

Sempre a Calcio i carabinieri della locale stazione hanno denunciato in stato di libertà per procurato allarme un 32enne nigeriano. Lo straniero richiedeva l’intervento dei carabinieri al “112” senza giustificato motivo, segnalando in particolare un’aggressione poi rivelatasi infondata.

Per strada armato di coltello

A Urgnano i carabinieri della locale stazione hanno denunciato in stato di libertà un sinti 24enne trovato in possesso di un coltello. Nella disponibilità del giovane, domiciliato in provincia di Bergamo, dopo un controllo eseguito dai militari dell’Arma durante un ordinario pattugliamento del territorio, veniva ingiustificatamente trovata un’arma bianca sottoposta a sequestro..

TORNA ALLA HOME