Cronaca
Orio

Arrestato per estorsione dopo un furto di documenti all’aeroporto di Orio

È stato arrestato con l’accusa di estorsione il 36enne senza scrupoli che sabato scorso ha cercato di sfruttare a suo vantaggio la disperazione di un ragazzo iraniano.

Arrestato per estorsione dopo un furto di documenti all’aeroporto di Orio
Cronaca Bergamo e hinterland, 09 Novembre 2022 ore 18:26

Ha contattato un giovane universitario iraniano di 23 anni, in Italia per studiare, e gli ha estorto 500 euro per riavere il suo prezioso pc portatile, i documenti universitari e persino il permesso di soggiorno. È stato arrestato con l’accusa di estorsione il 36enne senza scrupoli che sabato scorso ha cercato di guadagnare parecchi soldi, sfruttando a suo vantaggio la disperazione di un ragazzo.

Da Torino all'aeroporto, rubati i documenti

Tutto è cominciato quando il 5 novembre la giovane vittima, 23 anni, è partito in autobus alla volta dell’aeroporto di Orio, partendo dalla città in cui vive e studia, Torino. Salito sul bus, ha depositato nello scomparto bagagli la propria borsa, contenente il computer e parecchi documenti tra i quali materiale universitario e permesso di soggiorno. Peccato che, all’arrivo a Bergamo, la borsa fosse scomparsa.

Poco dopo, il 23enne è stato contattato telefonicamente da un cittadino straniero che, dimostrandogli con l'invio sul cellulare di foto di essere in possesso dei suoi beni, gli ha chiesto prima 500 euro e poi 300 euro per restituirgli il tutto. Non avendo denaro a disposizione, il giovane iraniano è tornato a Torino, con l’intenzione di ritornare a Milano il lunedì mattina seguente, per raggiungere l’estorsore. Nel frattempo, ha anche ricevuto altre richieste di denaro.

Milano, arrestato dopo lo scambio

All'ennesima richiesta estorsiva, lo studente si è recato alla Questura di via Fatebenefratelli a Milano, per denunciare il tutto. Gli agenti della Sesta Sezione "Contrasto al crimine diffuso" della Squadra Mobile hanno effettuato accertamenti sull'utenza telefonica del presunto estorsore, e hanno quindi predisposto un servizio di osservazione mirato. Così nell'orario e nel luogo concordato, nel primo pomeriggio di lunedì, in piazzale Corvetto l'estorsore e la vittima si sono dati appuntamento. Il primo ha consegnato al ragazzo iraniano i documenti, e ha preteso in cambio la consegna del denaro. E non appena avvenuto lo scambio, i poliziotti sono intervenuti e hanno bloccato l'uomo mentre era ancora in possesso delle banconote appena consegnate. È stato arrestato e dovrà rispondere di estorsione. Si tratta di un cittadino egiziano di 36 anni.

Seguici sui nostri canali