Arci Fuorirotta e Arci Caravaggio ora insieme, si cerca una nuova casa a Caravaggio

Conclusa la fusione con i vicini di casa dopo la bagarre con il Comune di Treviglio.

Arci Fuorirotta e Arci Caravaggio ora insieme, si cerca una nuova casa a Caravaggio
Treviglio città, 17 Giugno 2019 ore 11:20

Arci Fuorirotta e Arci Caravaggio ora insieme, si cerca una nuova casa a Caravaggio. A darne notizia ufficiale è stato l’Arci Fuorirotta con un comunicato sulla sua pagina Facebook.

Arci trasloca a Caravaggio

“Caro socio, o ex socio, o futuro socio, simpatizzante, collaboratore, amico, gli ultimi tempi ci sono stati piuttosto avversi, nonostante le nostre migliori intenzioni”. Inizia così il comunicato che Arci Fuorirotta ha diramato per annunciare non solo il trasferimento a Caravaggio ma anche la fusione con i vicini di casa.

Il gruppo trevigliese si trova ospitato a Caravaggio già da qualche tempo. Il Comune aveva concesso l’uso di una sala, in largo Cavenaghi, per sei mesi a un canone agevolato di 50 euro per poter custodire i materiali in attesa dell’individuazione di una sede più idonea. All’interno della sala, però, il gruppo aveva allestito un bar (anche se non ha mai somministrato nulla al pubblico) e una foto pubblicata ingenuamente su Facebook aveva fatto scattare i controlli della Polizia locale.

“Non vogliamo mollare”

“Questo direttivo, in carica dal maggio 2018, ha fatto tutto ciò che era possibile per completare una transizione generazionale che passasse anche attraverso le istituzioni, e troppo spesso differenti vedute su cosa sia uno spazio di utilità sociale, ci hanno ostacolato – si legge nella nota – Ma non abbiamo mollato, e non intendiamo farlo nemmeno ora. Al contrario, sentiamo come nostra la responsabilità di occuparci del nostro territorio, di adoperarci per garantire un’offerta ed uno spazio di cui le persone hanno bisogno. Non siamo disposti ad omologarci alla realtà delle cose, a imparare a fare a meno di spazi condivisi e liberi. Crediamo molto nel valore della libertà di opinione, e vogliamo difenderla agendo con gli strumenti della legalità e della trasparenza, associandoci ed offrendo a tutti la possibilità di condividere un bisogno che diventa motivazione”.

Arci Fuorirotta e Arci Caravaggio ora insieme

“Per questo ci siamo seduti al tavolo con Arci di Caravaggio, che condivide con noi la necessità di essere uniti e di tornare forti – proseguono – La rinascita passa da qui: non esistono più due circoli di Treviglio e Caravaggio, esiste un gruppo di persone, giovani e anziane, che si riunisce sotto la bandiera di Arci, ed è deciso a ricreare centri di aggregazione libera in tutta la bassa bergamasca, a creare una rete di associazioni e cittadini che difenda quello che abbiamo conquistato in anni e ci appartiene: i diritti che custodiscono il pensiero libero. Ci costituiremo sotto una comune associazione, che tenga conto del valore storico del circolo di Caravaggio, e con l’aiuto del giovane direttivo del Fuorirotta, possa riunire un numero crescente di persone attorno ad un progetto che si desidera essere inclusivo di chiunque abbia bisogno di socialità ricreativa, di generare rapporti umani”.

In cerca di una nuova sede

“Abbiamo deciso di fonderci, e in occasione della riforma del terzo settore, dare un nuovo volto ad Arci Caravaggio, che ingloba Fuorirotta e si trasferisce in una nuova sede che dovrà rispondere alle caratteristiche spaziali e ambientali necessarie ad un progetto giovanile di buona portata – concludono – Abbiamo messo la prima importante pietra che da il via a questo progetto accettando le nomine vacanti nel direttivo di Arci Caravaggio, nelle prossime settimane questo nuovo direttivo valuterà e strutturerà le proposte per la realizzazione della nuova sede. Abbiamo bisogno del sostegno di tutti per partire, e prenderci finalmente un po’ di questo spazio.  Appena sarà possibile vi inviteremo alla prima assemblea dei soci, dove sarà possibile tesserarsi al circolo e ascoltare o ancora meglio collaborare al progetto”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia