"Nazifascismo ai mercatini", l'ANPI propone il boicottaggio dello stand Bran.co

Bufera sull'evento di questa sera, martedì, in piazza Duomo a Crema

"Nazifascismo ai mercatini", l'ANPI propone il boicottaggio dello stand Bran.co
Cremasco, 11 Dicembre 2017 ore 22:03

Nazifascismo ai mercatini di Santa Lucia a Crema, l'ANPI propone il boicottaggio dello stand dell'associazione onlus "Bran.co - una voce nel silenzio"

Nazifascismo ai mercatini

La notizia è stata diffusa dall'Anpi con un comunicato stampa firmato dal presidente Paolo Balzari. "Apprendiamo che l’associazione onlus Bran.co sarà presente con un proprio stand in occasione dei mercatini di S. Lucia a Crema.  Più volte come Anpi abbiamo denunciato che la suddetta associazione è diretta emanazione di Lealtà e Azione, una aggregazione di estrema destra".

"Galassia nera da boicottare"

"La Bran-co onlus è una delle tante associazioni della galassia nera che dietro la faccia presentabile delle iniziative benefiche di solidarietà, di cui si servono per raccogliere fondi e per accreditarsi presso le istituzioni, ma che in realtà hanno da sempre l’intento di diffondere i disvalori del fascismo e del nazismo - ha proseguito Balzari - Riteniamo inaccettabile che il Comune di Crema abbia concesso spazio e visibilità questa organizzazione che si pone in aperto contrasto con i principi sanciti dalla Costituzione Repubblicana e Antifascista, Pertanto invitiamo la cittadinanza a boicottare lo stand di questa associazione che fa del nazifascismo il loro brodo di cultura".

Solidarismo e comunitarismo

Bran.Co onlus, secondo quanto riportato sul suo sito,  "è una associazione solidarista di promozione sociale. E' senza fini di lucro e opera per l’aiuto e il sostegno, morale o materiale di quanti ne condividono gli ideali, i valori, i principi etici e lo stile di vita. L’associazione intende effettuare iniziative di assistenza sociale e beneficienza alle famiglie e ai singoli nei casi di difficoltà economica, disagio sociale, sofferenza psicologica,  tutela dei diritti dell’infanzia ".

Il Comune diffida

Ma il Comune di Crema alza le mani: "L'associazione Bran.Co sarà presente ai mercatini di Santa Lucia a Crema, circostanza riportata anche nella locandina della Associazione , che per questo sarà domani diffidata, ma non risponde al vero - hanno fatto sapere da Palazzo - L’associazione sarà presente in piazza Garibaldi, non in piazza Duomo, il giorno 12 dicembre, dalle 20 alle 24 con uno stand per promuovere una propria iniziativa benefica".

Associazione con statuto regolare

L’Urp, che ha rilasciato l’autorizzazione all’occupazione di spazio pubblico il 22 novembre dopo richiesta ricevuta il 9 novembre, ha spiegato come "l’associazione Bran.Co è una onlus le cui richieste sono già state accolte in passato. Lo Statuto è regolarmente registrato presso un notaio e garantisce il rispetto della Costituzione e la democraticità delle cariche elettive".

Il sindaco:"Stavolta niente revoca ma per il futuro...."

Sulla vicenda è intervenuta la sindaca Stefania Bonaldi. "L'autorizzazione è stata accordata dall'Urp, e non dalla Giunta o dal Sindaco.  Sulla base di una regolare richiesta ed istruttoria condotta dagli uffici. Non sussistono quindi ragioni per la revoca.  Per il futuro, evitando però i processi alle intenzioni, valuteremo di introdurre come già avvenuto in grandi città quali Torino, Milano e recentemente anche Bologna, un esplicito divieto di concedere spazi pubblici a organizzazioni e associazioni che si richiamino direttamente all'ideologia fascista, ai suoi linguaggi e rituali, alla sua simbologia, o che esibiscano e pratichino forme di discriminazione razziale, etnica, religiosa o sessuale".

"No comment"

Contatto per un commento sulla vicenda, il portavoce di Bran.co Filippo Ruffoni ha preferito non rilasciare dichiarazioni.