Anni Sereni abbassa le rette. E sogna una nuova casa di riposo

Gli ospiti della Casa di riposo pagheranno 50 euro in meno al mese. La proposta di Baruffi: "I tempi sono maturi per un'altra Rsa".

Anni Sereni abbassa le rette. E sogna una nuova casa di riposo
Treviglio città, 19 Dicembre 2018 ore 11:54

Anni Sereni, gli ospiti pagheranno 50 euro in meno di retta a partire dal 2019. E il presidente della fondazione che gestisce la Rsa di Treviglio,  Augusto Baruffi, lancia una proposta ambiziosa: "Il Prossimo Cda costruisca una nuova casa di riposo".

Anni Sereni

Cinquanta euro in meno per le rette, mille euro di incentivo agli infermieri e un "regalo" di Natale di 200 euro a tutti i 160 dipendenti. Ma soprattutto l’ambiziosa idea di realizzare una nuova casa di riposo. Il 2018 per la fondazione "Anni Sereni" si chiude col botto. Ma anche il 2019 si aprirà con tante novità. Ad annunciarle il presidente Augusto Baruffi, dal 2011 a capo del Cda che gestisce la Casa di riposo. "Per il prossimo anno abbiamo deciso di abbassare di abbassare le rette degli utenti da 1.650 a 1.600 euro al mese - ha detto - Un risparmio per le famiglie di 600 euro al mese per tutti, anche per gli ospiti del reparto Alzheimer, che già pagano la stessa cifra. Questo vuol dire che nel nostro bilancio ci saranno 91 mila euro. A cui vanno aggiunti i 150 mila euro che già ci accolliamo per i posti letto dell’hospice non accreditati".

Le novità del 2019

Non è comunque solo questa la novità per Anni Sereni nel 2019. In programma c’è anche la riqualificazione dell’ingresso della Casa di riposo, l’assunzione di una podologa, il potenziamento del servizio di parrucchiera, una convenzione con l’Abf di Treviglio per organizzare un corso di formazione per Asa (Ausiliari socio assistenziali) e Oss (Operatori socio assistenziali), ma soprattutto un incentivo di mille euro per i 16 infermieri a tempo indeterminato che operano nella struttura. "E’ un modo per fidelizzare i nostri dipendenti - ha sottolineato Baruffi - Vorrei anche ricordare che durante il mio mandato (che scade ad aprile e può essere rinnovato ancora una volta, ndr) abbiamo stabilizzato diversi operatori e ne abbiamo assunti altri. E credo che ne metteremo sotto contratto altri 4-5 per l’Adi (Assistenza domiciliare integrata)".

"Una nuova casa di riposo"

In totale, i dipendenti di Anni Sereni, tra personale sanitario, amministrativo e tecnico, sono 160. "E a tutti - ha svelato il presidente - invece che regalare un panettone per Natale abbiamo 'donato' 200 euro in busta paga. A dimostrazione di quanto teniamo ai nostri collaboratori. Perché è anche grazie a loro se la nostra struttura ha uno standard qualitativo che supera del 15-17% la soglia fissata dalla Regione Lombardia". Positivi anche i numeri del bilancio: un fatturato di 7,1 milioni di euro, ovvero il 3% in più rispetto al 2017. Conti sani che hanno spinto Baruffi, supportato dal direttore amministrativo Domenico Nappa (nella foto, a sinistra, con Baruffi), a lanciare una proposta al prossimo Consiglio di amministrazione che entrerà in carica da aprile. "Ci sono tutte le possibilità economiche e finanziarie per realizzare una nuova casa di riposo dietro l’Hospice - ha dichiarato - Le richieste ci sono e credo che i tempi siano maturi per un progetto di questo tipo".

TORNA ALLA HOME