Menu
Cerca

Anche la maestra Ornella va in pensione

Nella sua carriera ne ha viste tante e commenta i cambiamenti della scuola

Anche la maestra Ornella va in pensione
Treviglio città, 16 Giugno 2018 ore 10:42

Ha cresciuto generazioni di brignanesi e ora, dopo 42 anni di vita nella scuola, la maestra Ornella Cologni se ne va in pensione.

Anche la maestra Ornella va in pensione

Insieme a Silvana Castelli, mitica maestra della primaria del paese andata in pensione, ecco un’altra figura storica dell’istruzione brignanese che ha lasciato un segno indelebile. E per salutarla i suoi alunni, oltre a una toccante lettera, le hanno fatto dono della maglia autografata dell’ex capitano della sua squadra del cuore, il milanista Franco Baresi.
Pontirolese, 66 anni, ha cominciato la sua carriera nel suo paese, dedicandosi al doposcuola. Poi il trasferimento a Fara per due anni, a Canonica per uno, a Bernareggio in un istituto per disabili gravi per altri due, infine ancora un anno a Canonica e l’approdo a Brignano.

Ha iniziato nell'85

«Era il settembre 1985 quando sono arrivata qui e non rientrerò a settembre 2018, mi sento stranita ma ne avevo bisogno - ha raccontato l’insegnante con la sua solita spigliatezza ma tradendo emozione - Mi sono sempre trovata bene con i bambini, mentre all’inizio qualche difficoltà con l’allora dirigente scolastica c’è stata, diciamo che sono sempre stata una donna combattiva... Qualche volta so di essere sopra le righe, è nel mio modo di essere, ma se è vero che quando mi arrabbio metto paura, è altrettanto vero che capita di rado e che tutti i miei alunni mi hanno sempre chiamato Orny. Molti di loro, ormai adulti, mi hanno chiesto l’ amicizia in Facebook: significa che ho lasciato qualcosa di buono».

«La scuola è cambiata ma... non in meglio»

«Ammetto che mi sono commossa quando, l’ultimo giorno di scuola, anche l’alunno che avevo sgridato di più quest’anno mi ha abbracciato singhiozzando ha continuato - Vuol dire che è passato il messaggio che i rimproveri erano per il suo bene. Cosa che spesso, oggi, molti genitori non capiscono. La maestra di acqua sotto i ponti ne ha vista passare tanta, e in questi anni la scuola a suo avviso è molto cambiata, ma non in meglio».

Leggi di più sul Giornale di Treviglio, in edicola

TORNA ALLA HOME