Ambrogino d'oro per "Milano Città Stato", Roberto Zanibelli tra i fondatori

L'esperto di comunicazione 47enne tra i fondatori del progetto premiato con la massima onorificenza del capoluogo lombardo.

Ambrogino d'oro per "Milano Città Stato", Roberto Zanibelli tra i fondatori
Cremasco, 15 Dicembre 2019 ore 13:55

Ambrogino d'Oro per "Milano Città Stato", progetto editoriale nato nel 2016 e promosso dall’associazione "Vivaio" che vede tra i suoi fondatori Roberto Zanibelli, esperto di comunicazione 47enne originario di Soresina che da anni vive a Castel Gabbiano.

Ambrogino d'Oro per "Milano Città Stato"

"Milano Città Stato" è nata con l’obiettivo di stimolare il dibattito sul ruolo di Milano in Italia e nel mondo, nell’idea che la città debba ispirarsi al modello di capitali mondiali come Madrid, Londra, Berlino, Vienna e Buenos Aires che godono di una grande autonomia nei confronti dei rispettivi stati centrali. In pochissimo tempo la testata online è diventata un nuovo cannocchiale con cui guardare alla città di oggi, alle sue ambizioni e ai suoi progetti, potendo contare su un pubblico veramente vasto: ad oggi sono circa 800mila le persone raggiunte ogni settimana, con picchi di 46mila visitatori al giorno.

Roberto Zanibelli tra i fondatori del progetto

"Il progetto è nato un po’ come una sorta di moto carbonaro - racconta Zanibelli - eravamo poco più di una decina di persone che lavoravano in un ufficio buio ed angusto. Era il periodo di Expo, Milano si stava affermando come traino dell’Italia con i 20 milioni di visitatori legati all’evento e gli altri 10 milioni arrivati in città per le due settimane della moda e per il salone del mobile. Milano era una grande fucina di idee ma mancava qualcuno che facesse da traino. Da questo fermento è nata la nostra idea"

Leggi l'intervista completa sul Giornale di Treviglio, Romanoweek e Cremascoweek in edicola

TORNA ALLA HOME