Menu
Cerca

Alessandro Bellière a 85 anni attraversa l'Italia a piedi FOTO

Con questa ultima sfida raggiungerà gli oltre 20mila chilometri percorsi.

Alessandro Bellière a 85 anni attraversa l'Italia a piedi FOTO
Romanese, 18 Giugno 2018 ore 08:00

Alessandro Bellière è arrivato a Calcio sabato, una delle sue tappe degli oltre 4mila chilometri che vuole percorrere, attraversando tutte le regioni di Italia. Le imprese di Bellière sono seguite dalla stampa nazionale, Tv e radio, tra cui la Rai, Radio Vaticana e La7.

Alessandro Bellière come Napoleone III

A 85 anni è alla sua sesta sfida: percorrere a piedi tutte le regioni di Italia. Sabato mattina è arrivato a Calcio, zaino in spalla e 580 chilometri percorsi in 20 tappe già effettuate. Ad accoglierlo l’Amministrazione comunale e gli alpini. “Questo personaggio sta girando l’Italia per la sesta volta – ha detto il sindaco Elena Comendulli – e con nostro piacere oggi si è fermato sul nostro territorio. Sarà nostro gradito ospite. E, per delle congiunzioni astrali, così come il 16 giugno 1859 arrivava Napoleone III a Calcio, oggi, 16 giugno 2018, è arrivato Alessandro Bellière”. L'85enne ha poi visitato il Municipio, ha pranzato con gli alpini dove ha anche pernottato ed è stato ospite all'inaugurazione della mostra fotografica e del concerto della banda.

Da Genova a Palermo

Alpino paracadutista e subacqueo tra i primi in Italia, Bellière ha sempre coltivato la passione dello sport. “Con questa ultima sfida raggiungerò gli oltre 20mila chilometri percorsi a piedi – ha detto – questa volta sono partito da Genova e arriverò a Palermo. Ho fatto tappa a Torino, Aosta, Milano e poi proseguirò per Trento, Trieste e Venezia per poi scendere. Da Genova a Calcio ho percorso 580 chilometri in 20 tappe ”.

Volere è potere

Il suo segreto? Volere è potere. “Io ho sempre fatto sport – ha detto – cammino per 10 mesi all’anno e mi alleno tutti i giorni facendo 25 chilometri. La distanza tra le tappe di questa sfida è di una media di 30 chilometri”. Durante i percorsi viene accompagnato per alcuni tratti da sindaci, dalle Tv, cammina con i diversamente abili. “Basta che non si parli di politica!” ha esclamato.

"L'Italia è bellissima"

E dopo aver girato in lungo e in largo l’Italia, il suo commento sul Bel Paese è più che positivo. “Io ho girato tutti i mari del mondo – ha detto – Ma l’Italia è bellissima: in Sardegna la Barbagia è stupenda, ogni angolo è completamente diverso da un’altro. Ieri (venerdì, ndr) ho visto i navigli di Milano, facendo un percorso un po’ più lungo: sono di una bellezza incredibile”.

La passione per lo sport

Alessandro Bellière nasce a Parma il 24 ottobre 1933,bolognese da 60 anniora residente a Molinella. Svolge il servizio militare a Bressanone, nel primo plotone al mondo formato da alpini-paracadutisti. La grande passione per lo sport lo porta negli anni Cinquanta a diventare un atleta nazionale di atletica leggera, disciplina fondo, e successivamente marcia, partecipando a varie gare nazionali ed internazionali. Nel giorno del compimento dei suoi 65 anni effettua alcuni lanci col paracadute all'aeroporto di Molinella.

Percorrere l'Italia a piedi

Non pago per aver visitato dagli anni '60 in avanti i mari più belli ed incontaminati di tutto il mondo, inizia ad avvicinarsi al trekking per decidere, all'età di 78 anni, di percorrere a piedi il percorso da Bologna a Roma, attraverso gli Appennini. All'avvicinarsi degli ottant'anni decide di esplorare i propri limiti, conscio dell'ottima salute e dell'allenamento quotidiano che la passione per il trekking gli porta. E decide di percorrere a piedi l'intera Italia, da nord a sud. Nel 2013, per festeggiare gli ottant’anni, percorre a piedi quasi 1.700 km, suddivisi in 42 tappe, partendo dal Comune italiano più a nord, Predoi (BZ), per arrivare nel giorno del suo compleanno, il 24 ottobre, ad Ispica (RG), uno dei Comuni più a sud dell’Italia.

Dalla costa agli Appennini

Nel 2014 percorre a piedi quasi 4.600 km, suddivisi in 137 tappe, cercando di visitare quasi tutta la costa italiana. Partenza da Ventimiglia (IM) e arrivo, sempre nel giorno del suo compleanno, a Trieste. Nel 2015 percorre a piedi quasi 2.100 km, per un totale di 66 tappe, camminando per lo più lungo la catena appenninica italiana, partendo da Chiavenna (SO) e arrivando il giorno del suo compleanno a Trapani.

Le ultime sfide

Nel 2016 la pensa grossa, e partendo il primo di aprile da Aosta, dopo 6.127 km, 7 mesi di cammino e 4 paia di scarpe, arriva il 24 ottobre a Palermo, bruciando 207 tappe sparse per tutto lo stivale. Nel 2017 si riposa, effettuando solo una “24 ore non stop”, nel giorno del suo compleanno, percorrendo a piedi circa 122 km nelle campagne di Molinella (BO).

TORNA ALLA HOME

5 foto Sfoglia la gallery