Al via i lavori di riqualificazione del bocciodromo

Sono partiti i lavori di riqualifica del bocciodromo. L’idea è quella di poter ridare alla collettività uno spazio che da tempo giaceva in condizioni pessime.

Al via i lavori di riqualificazione del bocciodromo
Romanese, 24 Gennaio 2018 ore 09:04

Sono partiti i lavori di riqualifica del bocciodromo a Cologno al Serio. L’idea è quella di poter ridare alla collettività uno spazio che da tempo giaceva in condizioni pessime.

Al via i lavori al bocciodromo

Costruire una nuova struttura non è stato possibile per restrizioni al Bilancio, però il primo cittadino Chiara Drago e il suo team hanno pensato che rifare la pavimentazione e apportare migliorie al riscaldamento e all’efficentamento energetico avrebbe portato comunque benefici. Perché infatti ad oggi uno dei problemi principali è la mancanza di spazi.

Pochi spazi per tante attività

Le varie associazioni sportive devono contendersi gli spazi della palestra delle scuole elementari e medie, costringendo così a incastrare gli orari delle varie attività. Riqualificando il bocciodromo invece si recupera uno spazio in più, snellendo così il carico delle altre due strutture. L’intervento si aggira intorno ai 40mila euro e prevede la sostituzione del manto erboso con un manto in Pvc.

Un  nuovo volto per il bocciodromo

Inoltre si prevede il rifacimento del massetto. Tutti questi lavori prevedono del tempo necessario a far «riposare» il materiale che viene disposto a terra. Dunque si prevede che il termine dei lavori sarà a fine marzo. Sicuramente le migliorie per quanto riguarda il riscaldamento verranno apportate solo in primavera. Utilizzando il manto in Pvc, sarà possibile usare il bocciodromo non solo come campo da calcio o tennis, come è stato finora, ma svolgere tantissime altre attività. Inoltre portare più frequentatori potrebbe migliorare la situazione del Bar, rendendo nel complesso il luogo più accogliente.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia