Cronaca
Cremasco

Al bar con la lama di un taglierino, 26enne denunciato dopo una lite

E' successo in un locale di Spino. A Pieranica, invece, un 50enne ubriaco è finito contro il muro di un'abitazione: denunciato.

Al bar con la lama di un taglierino, 26enne denunciato dopo una lite
Cronaca Cremasco, 05 Dicembre 2022 ore 17:06

Lo hanno trovato al bar con una lama da 10 centimetri nascosta nel giubbotto e l'hanno denunciato. E' successo ieri pomeriggio, 4 dicembre, verso le 15 in un bar di Spino d'Adda.

Lite al bar, arrivano i carabinieri

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Crema sono intervenuti in un bar di Spino d’Adda dove era stato richiesto un intervento per un litigio tra alcune persone e hanno denunciato uno di loro, un cittadino italiano di 26 anni, con precedenti di polizia a carico, che era in possesso di una lama di un taglierino. Sul posto erano presenti tre persone, parenti fra loro, che stavano discutendo animatamente per motivi legati a questioni economiche da sistemare.

Nascondeva una lama, denunciato

Dopo avere identificato tutti, i militari hanno notato che il 26enne era particolarmente aggressivo nei confronti di un parente con cui litigava e per evitare che la situazione potesse degenerare, lo hanno perquisito per cercare eventuali armi. E avevano ragione perché l’uomo con del nastro adesivo di carta aveva attaccato alla sua mano destra la lama di acciaio di un taglierino della lunghezza di 10 centimetri che avrebbe potuto usare nei confronti degli avversari. I militari hanno quindi sequestrato la lama e hanno denunciato il 26enne per il porto abusivo dello strumento da taglio.

Ubriaco al volante finisce contro il muro

I Carabinieri della Stazione di Vailate, invece, hanno denunciato per guida in stato di ebrezza un cittadino italiano di 50 anni. La sera del 4 dicembre, verso le 20, la centrale operativa dei carabinieri di Crema ha inviato la pattuglia a Pieranica per un incidente stradale. Sul posto i militari hanno verificato che l’uomo aveva perso il controllo del veicolo che conduceva e aveva terminato la sua corsa sul muro di un’abitazione.

Il 50enne non aveva riportato lesioni ma presentava chiari ed evidenti sintomi di abuso di sostanze alcoliche. A quel punto lo hanno sottoposto al test dell’etilometro che ha evidenziato un tasso di oltre 2,20 g/l, oltre quattro volte il consentito. E’ stato denunciato all’Autorità Giudiziaria mentre il veicolo è stato affidato al proprietario.

Seguici sui nostri canali