Menu
Cerca
La gattara della Francesca

Aiutiamo Anna, dalla parte dei gatti anche in mezzo alla pandemia

A preoccupare Anna è il blocco di tutte le raccolte benefiche di cibo presso i negozi di animali.

Aiutiamo Anna, dalla parte dei gatti anche in mezzo alla pandemia
Cronaca Media pianura, 13 Aprile 2020 ore 14:24
Nemmeno l’emergenza sanitaria in corso riesce a fermare Anna Ubbiali, la “gattara” che da anni con la sua associazione “I gatti di Anna Onlus” si occupa delle colonie feline sparse sul territorio, da Ghisalba fino a Osio Sotto. Ma tutto si è fatto decisamente più difficile.

Aiutiamo Anna

“Attualmente mi prendo cura di 20 colonie censite e di 6 in fase di censimento – spiega Anna – sono sparse su un territorio piuttosto ampio: da Ghisalba arrivo fino a Osio Sotto, passando per Cologno, Urgnano, Spirano, Pognano, Verdello, Lorano, Verdellino, Boltiere e Ciserano”. Un lavoro che Anna porta avanti da tanti anni, con il supporto di diverse collaboratrici e con il sostegno di centinaia di persone che donano cibo, farmaci e denaro per poter curare gli animali.

Volontariato e pandemia

“Con le limitazioni sugli spostamenti si è fatto tutto molto più complicato – racconta Anna – alle colonie posso andare solo io che sono la referente legale e non posso certo lasciar morire di fame i gatti. Ma il lavoro è tanto e io in realtà sarei anche a rischio ad andare in giro”. Nonostante questo Anna tutti i giorni fa visita a tutte le sue colonie, per controllare che i gatti siano in salute e per dare loro da mangiare. “Di solito – spiega – esco di casa alla una e fino alle 7 e mezza o le 8 di sera non rientro. Vivendo da sola posso permettermi di farlo, mi è capitato più di una volta di rientrare anche alle undici e mezza di sera. All’inizio ero un po’ preoccupata per i controlli, temevo che qualcuno potesse impedirmi di andare dai miei gatti, ma dopo la prima volta che i carabinieri mi hanno fermata e hanno visto i documenti, mi sento più tranquilla”.

Il blocco delle raccolte

A preoccupare Anna non è la fatica o l’impegno, a cui è decisamente abituata dopo tanti anni passati a curare i piccoli felini anche nelle condizioni climatiche più avverse, ma il blocco di tutte le raccolte benefiche di cibo presso i negozi di animali. “Purtroppo con le regole anticontagio non abbiamo più la possibilità di metterci fuori dai negozi come facevamo prima per raccogliere cibo e beni di prima necessità. Ci sono tante persone che stanno continuando ad aiutarci, ma i gatti sono tanti, circa 300, e nel giro di poco finiamo tutto. Spero che le persone continuino ad aiutarci finchè non potremo riprendere le raccolte”. Per aiutare I gatti di Anna è possibile fare un bonifico bancario intestato a “I gatti di Anna – Bergamo” all’Iban IT261 03111 53660 00000 00011 62 o una donazione con Paypal a adottaigattidianna@gmail.com oppure ancora fare un ordine telefonico di cibo ad “Animal Center” di Dalmine al numero 035 0432113.

TORNA ALLA HOME

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli