A Cremona

Affitta un appartamento non suo: una “Totò truffa” da 900 euro

Denunciato a piede libero un 46enne di Torino, di nazionalità serba.

Affitta un appartamento non suo:  una “Totò truffa” da 900 euro
Cremasco, 12 Febbraio 2020 ore 11:49

Una truffa (quasi) perfetta: affittare un appartamento per due giorni e poi sub-affittarlo per un mese intero, incassando il canone e la caparra, per poi sparire. Peccato che a rovinare il piano di un 46enne serbo residente a Torino, B.M, sia intervenuto il Nucleo operativo radionmobile dei Carabinieri. E’ successo in questi giorni a Cremona, anche se la storia ricorda molto Totòtruffa62, in cui il mitico Totò vendeva… la fontana di Trevi.

Affitta una casa vacanza per due giorni…

Rispondendo a un annuncio pubblicizzato in rete,  B.M  aveva preso in affitto un immobile a Cremona, ma si era presentato alla proprietaria dell’appartamento  con un nome “fittizio”. Si trattava di un piccolo appartamento affittato online come “casa vacanze”, anche per brevi periodi.   E nello specifico, l’uomo aveva prenotato per la sua visita alla città del Torrazzo soltanto due giorni di permanenza.

…e la sub-affitta per un mese

Aveva però tutt’altro in mente: il giorno stesso,  ha iniziato a pubblicizzare a sua volta l’affitto dell’appartamento, addirittura consegnando in diversi posti della città un volantino. Un cittadino egiziano si è quindi presentato come affittuario interessato, ignaro ovviamente che si trattasse di un sub-affitto. E si è accordato con il serbo per sottoscrivere un bel contratto mensile. Il serbo si è fregato le mani e ha incassato: 300  euro per la prima mensilità e ben 600 euro di caparra. E ha consegnato le chiavi, per poi sparire.

Il “sub-affitto” è tuttavia stato scoperto immediatamente, quando l’egiziano si è recato nell’appartamento e ha trovato la proprietaria. Che ha immediatamente chiamato i carabinieri. Il giovane egiziano era stato truffato, alle spalle della proprietaria.  E B.M, che è ancora libero, ha aggiunto un’altra denuncia per truffa alla sua impressionante collezione. E’ stato infatti deferito a piede libero per truffa alla Procura di Cremona, dagli agenti del Norm cremonese.

TORNA ALLA HOME

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve