Menu
Cerca

Adelaide morì durante un esame, prosciolti tutti i medici

La piccola, di poco più di un anno, fu stroncata nel 2014 da un arresto cardiaco in seguito a una reazione allergica a un anestetico.

Adelaide morì durante un esame, prosciolti tutti i medici
Cronaca Romanese, 27 Gennaio 2018 ore 11:35

Adelaide Croce, di appena un anno, morì il 15 maggio durante un esame all’Ospedale Maggiore di Crema. A ucciderla fu una reazione allergica all’anestetico necessario per poter effettuare una “esofagogastroduodenoscopia”. Ieri, venerdì, il Tribunale di Cremona ha accolto la richiesta del Pm di archiviare il caso.

Adelaide

La piccola Adelaide, che viveva con i genitori a Romano di Lombardia (tutti e tre nella foto sopra), era celiaca e per ottenere gli alimenti speciali dall’Asl (oggi Ats) erano necessari tutta una serie di esami. Tra i quali, appunto, l’analisi dell’apparato digerente. La piccola, su indicazione del padiatra, venne portata dai genitori al nosocomio di Crema e i medici, come da prassi vista l’età, per poter effettuare l’indagine gastroscopica la sottoposero ad anestesia. Subito dopo la somministrazione, però, insorse una reazione allergica che, nonostante i tentativi dei medici, la portò alla morte per arresto cardiaco.

Il processo

La vicenda di Adelaide Croce finì in tribunale a Cremona. Sul banco degli imputati, per il reato di omicidio colposo, finirono il capo anestesista Agostino Dossena, la gastroenterologa Tiziana Guadagnini e i medici Paolo Comassi e Antonella Biazzi. Secondo i giudici, gli indagato non potevano sapere che la piccola era allergica a quel tipo di farmaco, visto che non era mai stata sottoposta a un esame simile. Motivo per cui la loro posizione è stata archiviata.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli