Addio a Paolo atleta sconfitto da un male troppo grande

Un male incurabile contro cui non è riuscito a vincere lo ha portato via a soli 43 anni.

Addio a Paolo atleta sconfitto da un male troppo grande
Romanese, 29 Novembre 2018 ore 12:24

Si è spento prematuramente, a soli 43 anni, Paolo Zamboni, atleta di origini antegnatesi che da tempo viveva a Barbata.

Addio a Paolo, si è spento dopo un calvario di 8 mesi

Un calvario, quello di Paolo, iniziato sul finire del 2017, quando ha avvertito i primi sintomi del suo male: «E’ sempre stato un grande sportivo, per anni ha giocato a calcio ad Antegnate e a Barbata, poi, negli ultimi anni, si è dedicato al podismo con il Camisano Running – ha raccontato la moglie Barbara – Dopo aver scoperto, all’inizio del 2018, la propria malattia, è stato operato il 28 marzo, ma il tumore che se l’è portato via si è ripresentato subito dopo e non c’è stato nulla da fare. L’ospedale ci ha aiutato, e per questo ringrazio soprattutto il dottor Rivaroli e l’infermiera Sara, che hanno seguito mio marito lungo tutto il suo percorso».

Atleta dal cuore d’oro

Un percorso troppo ostico persino per Paolo, che le difficoltà e le battaglie, nella vita come nello sport, era abituato ad abbatterle con tanta determinazione ed un sorriso “La sua forza e la sua tenacia, quelle non le ha mai perse – hanno ricordato insieme la moglie Barbara e la cognata di Paolo, Miriana – Era un uomo forte, sempre contento e sorridente, non aveva paura delle sfide e non mollava mai, era un vero trascinatore, scherzoso con tutti e capace di farsi voler bene per il proprio carattere”.

Leggi di più sul giornale di Treviglio in edicola da domani

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia