Cronaca
A Seveso

Accoltella un 47enne al culmine di una lite, 55enne arrestato per tentato omicidio

La vittima, un 47enne residente ad Averara (Bg), si trova ricoverata in prognosi riservata al San Gerardo di Monza.

Accoltella un 47enne al culmine di una lite, 55enne arrestato per tentato omicidio
Cronaca Valli Bergamasche, 17 Novembre 2022 ore 11:14

Prima hanno iniziato a discutere, dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo, poi la lite è degenerata ed è spuntato anche un coltello. E' stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio il 55enne brianzolo che ieri sera, mercoledì 17 novembre, a Seveso ha accoltellato all'addome un 47enne, celibe, disoccupato e incensurato, di Averara (Bg). 

Prima la lite, poi l'accoltellamento

E' successo ieri sera, a Seveso, all'interno dell'abitazione del 55enne che stava trascorrendo la serata in compagnia del 47enne, originario del comasco ma residente dal 2015 ad Averara e di un amico 48enne. Ad un certo punto, intorno alle 21.30, il 55enne - alterato dall'alcol - ha iniziato a discutere con il 47enne per futili motivi e ha poi impugnato un coltello da cucina lungo 34 centimetri, con lama lunga 20 centimetri affondandoglielo nell’addome e provocandogli una ferita di 7 centimetri e profonda 12 che ha causato alla vittima anche la fuoriuscita di porzione dell’intestino.

Vittima in prognosi riservata

Sul posto, insieme ai carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Seregno e della Stazione di Seveso che hanno tratto in arresto l’indagato, è intervenuto anche il personale sanitario del “118” che ha soccorso la vittima e l’ha trasportata in ambulanza – codice rosso – al pronto soccorso dell’ospedale San Gerardo di Monza dov’è tuttora ricoverata in prognosi riservata nel reparto chirurgia per la ferita aperta riportata all’addome, in attesa di essere sottoposto a un intervento chirurgico.

Accusato di tentato omicidio

L'accusa per il 55enne celibe, nullafacente, pluripregiudicato per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di armi nonché resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato d’ebbrezza è di tentato omicidio. Al termine delle formalità di rito, su disposizione del pubblico ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Monza, il 55enne è stato trasferito in carcere a Monza in attesa dell’udienza di convalida.

Seguici sui nostri canali