Menu
Cerca
Bergamo

Accoltella il coinquilino e scappa, preso un 47enne

Il tunisino è stato rintracciato in un appartamento alla Malpensata. Ora si trova in carcere.

Accoltella il coinquilino e scappa, preso un 47enne
Cronaca Bergamo e hinterland, 13 Ottobre 2020 ore 14:28

Aveva accoltellato il coinquilino 32enne, preso dal personale della Squadra Mobile il pluripregiudicato B.K.R., tunisino classe 1973, senza fissa dimora.

Accoltella il coinquilino

I fatti risalgono al 9 ottobre scorso. La richiesta d’aiuto era arrivata da un appartamento in via Spino dove un 32enne, M.A, italiano era stato aggredito e colpito al viso e a un braccio con un coltello dal tunisino che era poi subito fuggito.

Le indagini, subito avviate dagli uomini della Squadra mobile di Bergamo, aveva permesso di appurare che i due si conoscevano e anzi condividevano l’appartamento, di proprietà dell’italiano. A causa di alcuni litigi tra i due, dovuti anche a pregressi contrasti riguardo l’acquisto di sostanze stupefacenti, la convivenza era degenerata, fino alla lite la mattina del venerdì 9 ottobre, quando B. K. R. ha accoltellato il coinquilino.

Il 32enne ha provato a mettersi in salvo, sanguinante, scavalcando il balconcino di un vicino di casa, non senza aver, prima, urlato e richiesto aiuto, ma ha poi perso i sensi. Soccorso e trasportato al Pronto soccorso della clinica Humanitas Gavazzeni, è stato medicato con diversi punti di sutura.

La fuga dura pochi giorni

B. K. R., a sua volta, visto il trambusto creatosi, e temendo l’imminente arrivo della Polizia, è fuggito dallo stesso balconcino facendo poi perdere le proprie tracce. Il 47enne, noto al personale della Sezione Antidroga della Squadra Mobile, era già stato trovato più volte in possesso di sostanze stupefacenti e arrestato da ultimo lo scorso 19 giugno in via Bonomelli.

Non è stato quindi difficile rintracciarlo nel primo pomeriggio di ieri, lunedì 12 ottobre, nell’appartamento di un conoscente nel quartiere della Malpensata. Anche lì ha provato a nascondersi per evitare l’arresto, ma è stato scoperto e portato nel carcere di via Gleno.

TORNA ALLA HOME