A Natale adottate un cane dai canili della Lombardia VIDEO

Il video di sensibilizzazione è stato girato al Rifugio del cane di Seriate.

14 Dicembre 2019 ore 14:57

“Un video per promuovere l’adozione di quei cani che risultano invisibili, perché non più cuccioli o con un passato talvolta fatto di violenza e abbandono”. È questo il messaggio che Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, lancia attraverso i suoi profili sui social in vista del periodo natalizio.

L’appello di Magoni: “Adottate un cane”

“Fatevi un dono con il cuore – spiega Lara Magoni – adottando un cane. Recatevi in un canile e sceglietelo con gioia: diventerà un amico per la vita. Le storie d’amore più belle, raccontate, scritte e vissute spesso fanno riferimento all’amicizia che lega un cane all’uomo. Molte volte – dice l’assessore – leggiamo il dolore di chi ha perso il suo compagno di viaggio, racconti di vicinanza capaci di trasmettere quella forza di andare avanti grazie a quel legame incredibile che si crea. Nella mia vita li ho sempre avuti accanto, ho sempre preferito l’adozione all’acquisto ed ognuno di loro ha lasciato un segno nel mio cuore”.

Il video girato a Seriate

La realizzazione del video è stata possibile grazie alla disponibilità della giovanissima regista Susanna Vercesi, che ha raccolto e immortalato le immagini più belle, accompagnate dalle
note eseguite al pianoforte dal musicista Andrea Tonoli. Il luogo scelto per il video è il Rifugio del Cane di Seriate, in provincia di Bergamo.

“La protagonista è Fujico – conclude Lara Magoni – la mia nuova compagna a quattro zampe di 7 anni: adottata pochi giorni fa, la maggior parte passati legata ad una catena e ora felicemente libera a casa mia. Un Rifugio gestito con passione e sacrifici da splendidi volontari capitanati da Eleonora, che accoglie e dona in adozione centinaia di cani assicurandogli un futuro sereno. A loro il nostro grazie e il nostro sostegno”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia