Cronaca
Battaglia di civiltà

A Martinengo "spariscono" i parcheggi per disabili: l'appello (inascoltato) di un non vedente

La segnaletica orizzontale dei parcheggi per disabili in centro è ormai praticamente invisibile e quella verticale pressoché inesistente.

A Martinengo "spariscono" i parcheggi per disabili: l'appello (inascoltato) di un non vedente
Cronaca Media pianura, 31 Dicembre 2021 ore 11:05

La segnaletica orizzontale dei parcheggi per disabili in centro a Martinengo è ormai praticamente invisibile, tanto che per molti martinenghesi che ne avrebbero diritto è diventato pressoché impossibile trovare posto. A condurre una battaglia (piuttosto complicata) per ottenere dal Comune un intervento di riqualificazione è stato in questi giorni Sebastiano Rossitto, un cittadino martinenghese non vedente. La sua "battaglia di civiltà" però non sembra riscuotere particolari effetti.

A Martinengo "spariscono" i parcheggi per disabili

"Sono un non vedente e sono residente a Martinengo – ha scritto Rossitto in una lettera –  Già alla vecchia Amministrazione, quella guidata dall’ex sindaco Paolo Nozza, avevo chiesto più volte di ripristinare i parcheggi riservati a persone portatori di handicap, poiché la segnaletica non era più visibile. In una delle tante segnalazioni la Polizia Municipale aveva anche fatto un sopralluogo dei parcheggi situati in via Massarotti (angolo via Padre Ubiale), confermando che la segnaletica orizzontale dei parcheggi non era più visibile, mentre quella verticale era inesistente. Di fatto, tali parcheggi non potevano essere considerati riservati a persone con disabilità. L’allora comandante della Polizia municipale e l’ufficio tecnico mi avevano già promesso che, con i primi stalli, avrebbero ripristinato i parcheggi. Sono passati anni, è cambiato il comandante della Polizia municipale, è cambiato il sindaco. Adesso è Mario Seghezzi il primo cittadino. La situazione, eppure, è rimasta invariata. Anzi gli anni hanno totalmente cancellato quel poco che era rimasto di visibile di quelli che erano considerati parcheggi per disabili".

Una battaglia di civiltà

Per il martinenghese si tratta di una situazione insostenibile che si protrae da troppo.

"Le segnalazioni all’Amministrazione continuano e le promesse sono sempre rimaste parole – ha proseguito nella lettera –   L’anno scorso, nei primi giorni di agosto con mia moglie abbiamo protocollato una richiesta scritta indirizzata sia al sindaco Seghezzi sia al comandante della Polizia municipale per il ripristino della segnaletica. Non sono mai stato contattato, né sono stati effettuati stalli. Ho mandato due mail al sindaco che non mi ha mai risposto e al comandante della Polizia municipale che mi ha prontamente risposto che con i prossimi stalli i parcheggi per invalidi sarebbero stati ripristinati, risposta già sentita e risentita... Ho ancora sentito a settembre l’ufficio tecnico che ha parlato con il comandante, rispondendo che con i prossimi stalli avrebbero risolto tutto. Ad oggi (21 dicembre 2021 ndr) non è stato fatto nulla. Questa è la sensibilità di chi amministra la città di Martinengo nei confronti delle categorie deboli".

Il sindaco: "Lavori già iniziati"

A fornire delle risposte è stato il primo cittadino.

"Siamo assolutamente a conoscenza della problematica – ha spiegato il sindaco – eppure come in ogni caso procediamo con le urgenze. Di fatto, abbiamo iniziato a rifare tutta la segnaletica del paese, partendo dal centro, arrivando poi verso gli altri quartieri. I lavori si sono interrotti a causa del maltempo, ma riprenderanno quando ci saranno le condizioni. So che la Polizia locale ha fatto i sopralluoghi. Invito il cittadino che avesse una problematica specifica a venire a parlarne in ufficio che sicuramente potremmo chiarire le nostre posizione e magari trovare un canale di intervento che risolva la sua problematica. Posso garantire che l’Amministrazione ha a cuore tutti i problemi dei cittadini, in particolare di chi è in più difficoltà. Riceviamo le segnalazioni e cerchiamo di agire nelle tempistiche più consone".