Menu
Cerca

Estorsione Crema: cinque anni fa le minacce, ora va a fuoco il locale

Dopo l'incendio doloso al ristorante pizzeria "Il mezzo" torna alla mente un episodio di cronaca datato 2011 che aveva coinvolto il titolare del ristorante

Estorsione Crema: cinque anni fa le minacce, ora va a fuoco il locale
Cronaca 10 Novembre 2017 ore 10:00

Estorsione Crema: cinque anni fa venne minacciato e ora gli danno fuoco al locale. Ma il titolare esclude ci siano correlazioni. Dopo l’incendio doloso al ristorante pizzeria “Il mezzo” di via Milano a Crema torna alla mente un episodio di cronaca datato 2011 che aveva coinvolto Luca Ernesto Saronni, il patron del ristorante pizzeria.

Tanica di benzina e fuoco

Il rogo è scaturito nella notte fra domenica e lunedì ai danni de «Il mezzo» di via Milano.  L’incendio, scoppiato intorno alle 2,è stato appiccato da un uomo che poi ha fatto perdere le sue tracce ed ora è ricercato. Le fiamme sono state notate proprio da una volante della Polizia di Stato cittadina che stava svolgendo un normale passaggio di controllo sul territorio. I poliziotti hanno immediatamente chiamato i Vigili del fuoco di Crema che sono intervenuti sul posto per domare le fiamme che stavano già lambendo il primo piano, dove risiedono due dipendenti del locale, che non si erano ancora accorti di nulla. Sul posto è intervenuta la Polizia Scientifica che ha svolto i rilievi.

Si cerca il piromane ferito

Nel filmato delle telecamere di videosorveglianza, infatti, si vede come il delinquente, con il volto coperto da un passamontagna, ha dapprima cosparso di benzina l’ingresso del locale e poi ha appiccato il rogo con un accendino. La grossa quantità di liquido infiammabile e la distanza ravvicinata con il fuoco, però, hanno creato un ritorno di fiamma che ha colpito le mani e il volto del piromane. L’uomo è riuscito a fuggire ma ora gli inquirenti hanno esteso le ricerche negli ospedali della zona per scoprire se abbia dovuto ricorrere alle cure mediche per le ustioni subite.

“Mai avuto problemi con nessuno”

“Non abbiamo idea di chi possa essere stato a dar fuoco al ristorante- ha spiegato l’indomani il titolare – Non abbiamo mai avuto problemi con nessuno e quella dell’estorsione è una storia vecchia”.

Quel che è certo è che l’ombra della criminalità  si allunga.  Il ristorante pizzeria di via Milano, già qualche tempo fa era finito sulle pagine di cronaca per un tentativo di estorsione. A gennaio 2011, infatti, era nata una complessa attività di indagine condotta dalla Questura di Cremona a seguito di una denuncia per estorsione sporta da lui e, successivamente, da un noto negozio di abbigliamento di Crema e da una cooperativa operante nella fornitura di lavoro temporaneo. I titolari delle tre attività avevano permesso di ricostruire l’attività criminosa di un gruppo legato all’’ndrangheta milanese e avevano subito minacce.

Leggi di più sul numero di “INCremascoweek” da oggi, venerdì 10 novembre, in edicola e in edizione online.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli