A Calvenzano brucia la Vègia: si ripete una tradizione antichissima

Una tradizione antica: si dà fuoco al fantoccio simbolo dell'anno appena trascorso.

A Calvenzano brucia la Vègia: si ripete una tradizione antichissima
Treviglio città, 28 Dicembre 2019 ore 15:36

Un rito propiziatorio che, da decenni, apre il nuovo anno a Calvenzano. E’ il rogo della “vègia”, che settimana prossima si terrà in largo XXV aprile a Calvenzano, domenica 5 gennaio. L’appuntamento è alle 20.30 e a organizzare anche questa edizione saranno i volontari della sezione Avis del paese.

Brusa la Vègia a Calvenzano

Dopo la sfilata per le vie del paese della Vègia, accompagnata da alcuni componenti del Corpo Musicale, di Calvenzano, è previsto il tradizionale spettacolo pirotecnico e a chiudere la serata, come da tradizione, verrà dato fuoco al fantoccio della vecchia. Realizzato con legno e tessuti, la Vègia simboleggia tutte le negatività dell’anno appena trascorso.

Una tradizione antica, ma con le sue varianti

4 foto Sfoglia la gallery

E’ una tradizione antichissima, quella di questi falò invernali, che Calvenzano condivide nella Bassa con Covo e con Brignano. A Brignano però “Brusa la ègia” non c’entra con l’Epifania ma è un evento tipicamente carnevalesco. A Bergamo c’è poi il “Rasgamént de la Egia”,  una tradizione recuperata recentemente e legata alla spettacolare sfilata di mezza Quaresima. Idem nel Bresciano, dove sono tantissime le manifestazioni del genere.   Ma come dimenticare il Povero Piero, che ogni anno per Carnevale viene dato alle fiamme sull’Adda? Sia a Trezzo, manifestazione che attira migliaia di persone, che a Canonica d’Adda.

In caso di pioggia, a Calvenzano la manifestazione dell’Avis sarà spostata al giorno successivo, 6 gennaio.

TORNA ALLA HOME

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve