Menu
Cerca

Vandali in azione al santuario del Binengo

La scritta "666" e una croce realizzata sulla parete vicino all'area verde esterna che in un qualche modo "macchia" il lavoro di restauro del santuario quattrocentesco

Vandali in azione al santuario del Binengo
Cronaca 19 Ottobre 2017 ore 16:21

Vandali in azione al santuario del Binengo di Sergnano, appena restaurato e inaugurato. Una scritta sul muro esterno realizzata con una bomboletta, frutto dell’ignoranza di qualcuno che ha acceso la rabbia dei fedeli tanto affezionati al luogo sacro.

Vandali in azione

La scritta “666” e una croce capovolta realizzata sulla parete vicino all’area verde esterna che in un qualche modo “macchia” il lavoro e l’attesa di quanti, in questi mesi, hanno aspettato la riapertura del santuario quattrocentesco che sorge sulle sponde del fiume Serio. I lavori di recupero, terminati solo qualche settimana fa, hanno riportato all’antico splendore la struttura. Fedeli e non domenica scorsa hanno festeggiato la  chiesa, ora bella come un tempo. Le prime informazioni sul santuario risalgono al 1415. In passato, in zona, furono ritrovate fondamenta e tombe, ma sulle origini del culto non vi sono documenti. La tradizione, però, racconta di una statua della Madonna ritrovata nel Serio, alla quale seguì una disputa tra gli abitanti di Sergnano e di Pianengo su dove costruire il Santuario in suo onore. La direzione del capo rivolta verso Sergnano ne decretò il luogo di edificazione. Peccato, però, che sia sempre qualche vandalo che non rispetti il lavoro altrui e i luoghi sacri.