Centro antiviolenza, un progetto per ampliarlo

L'edificio di via Mercato ha bisogno di una riqualificazione per ospitare i numerosi servizi

Centro antiviolenza, un progetto per ampliarlo
04 Ottobre 2017 ore 14:37

Un progetto da presentare all’Ats Valpadana per ampliare i locali del centro antiviolenza cittadino. La struttura, affidata in comodato d’uso gratuito all’associazione «Donne contro la violenza» ha bisogno di un restailyng. La porzione di immobile, destinata a ospitare il gruppo di volontariato per le prestazioni di aiuto alle donne vittime di maltrattamento e violenza ha spazi ridotti.

Gli interventi

Lo stabile è sede anche dei Servizi Sociali del Comune di Crema e dei Servizi dell’Area Consultoriale dell’ATS, ma il Centro mantiene un accesso indipendente per garantire l’anonimato e la riservatezza alle donne che vi si rivolgono.  Gli interventi migliorativi e di ristrutturazione che s’intendono realizzare, attraverso l’eventuale finanziamento previsto dall’avviso dell’ATS Valpadana, sono finalizzati a riorganizzare la distribuzione interna dei locali per ricavare un servizio igienico, attualmente l’utenza utilizza il bagno dell’adiacente Consultorio, e uno spazio più ampio per la realizzazioni di laboratori espressivi ed esperienziali, attività di formazione interna ed esterna ed iniziative di sensibilizzazione. Qual’ora il progetto dovesse essere giudicato valevole, il finanziamento sarà di 83.700 euro a fronte di un finanziamento comunale di 9.300.

Cos’è “Donne contro la violenza”

L’Associazione Donne contro la Violenza Onlus si è costituita nel 1996, ma è presente sul territorio cremasco, come Comitato, già dal 1990. E’ una associazione Onlus, senza fini di lucro, apartitica, basata sul lavoro delle operatrici volontarie che mettono a disposizione le loro capacità, il loro impegno e la formazione specifica e continuativa nella relazione d’aiuto.  Di fronte al dilagare del fenomeno della violenza di genere, purtroppo anche nel territorio cremasco, si è deciso di avviare misure di contrasto volte, da un lato, a sostenere le donne vittime di maltrattamento e violenza, dall’altro a sensibilizzare la collettività, in particolare attraverso il coinvolgimento delle scuole. I servizi erogati dal’associazione, che si trova negli spazi di via Mercato dallo scorso maggio, sono ascolto telefonico, sportello di prima accoglienza, colloqui individuali di accoglienza , gruppo di mutuo aiuto, consulenza legale e psicologica e formazione delle operatrici volontarie. Per informazioni 0373 80999 oppure assocdonne@alice.it

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve