Ecco i benemeriti di San Lazzaro di quest'anno

Grande celebrazione a Covo per la consegna delle benemerenze di San Lazzaro: premiati gli Alpini e Luigi Pisoni

Ecco i benemeriti di San Lazzaro di quest'anno
Romanese, 24 Dicembre 2017 ore 13:00

Grande celebrazione a Covo per la consegna delle benemerenze di San Lazzaro, medagliette onorifiche che l’Amministrazione Capelletti ha deciso di istituire per premiare i cittadini meritevoli che si sono distinti in qualche modo per il bene della comunità.

Benemerenze al gruppo Alpini e Luigi Pisoni

A ricevere le prestigiose medagliette quest’anno sono stati il covese Luigi Pisoni e il Gruppo degli Alpini. La motivazione per la premiazione di quest’ultimi è semplice. Il gruppo degli Alpini si è sempre distinto per l’attenzione rivolta alla comunità covese in tutte le sue sfaccettature. Sulla pergamena di premiazione c’è scritto infatti che il gruppo è sempre stato pronto a «far fronte alle necessità, che riguardino il singolo in difficoltà o l’associazione benefica o l’istituzione pubblica. Mai è mancato il loro supporto qualora ce ne fosse bisogno».

Gli Alpini, presenza fondamentale

Una presenza fondamentale, quella degli Alpini, che i covesi hanno saputo riconoscere. Perché infatti a scegliere chi premiare sono i covesi stessi, i quali compilando un apposito modulo decidono chi tra i quasi 4mila abitanti è meritevole di tale riconoscimento. E quest’anno affianco agli Alpini è comparso pure il nome del noto Luigi Pisoni, illustre covese dalla carriera unica.

La brillante carriera di Pisoni

«Per la brillante ed articolata carriera in ambito amministrativo, politico e professionale, in Italia e nelle istituzioni europee ed extraeuropee, con la quale ha contribuito a dare lustro ed a riempire di orgoglio la nostra comunità di Covo». Questa è la motivazione ufficiale della premiazione. Ora Pisoni non si trova nemmeno a Covo e ha delegato la sorella Enza per il ritiro della targhetta, perché il celebre covese si trova in argentina dove è direttore di un corso universitario in scienze politiche.

Una vita dedita alla politica

La politica, infatti, è stata per Pisoni sempre centrale nella sua vita e nella sua carriera. Dal 1993 al 1995 è stato coordinatore del settore giovanile della Coldiretti Bergamo. Dopo questo incarico, fino al ‘99 è stato vicepresidente Ceja del Consiglio europeo Giovani Agricoltori e dal 1999 al 2009 ha ricoperto la carica di assessore provinciale per la Provincia di Bergamo. Una carriera brillante, insomma, che ha avuto il suo coronamento con l’insegnamento all’Universidad del Norte Santo Tomas de Aquino in Argentina.