Operatrice stuprata, Calderoli: “Serve la castrazione chirurgica”

Il vice presidente del Senato ha parlato di un "quotidiano bollettino di guerra". Oggi, alle 17, a Fontanella è atteso l'arrivo di Matteo Salvini.

Operatrice stuprata, Calderoli: “Serve la castrazione chirurgica”
21 Settembre 2017 ore 12:49

Operatrice culturale stuprata da un profugo, Calderoli: “Ormai è un bollettino di guerra quotidiano, serve la castrazione chirurgica come misura irreversibile”.

Bollettino di guerra

“L’orrore del giorno, lo stupro del giorno, è avvenuto in provincia di Bergamo, dove un’operatrice di un centro di accoglienza è stata violentata e ferita da un immigrato richiedente asilo (LEGGI DI PIU’ QUI) – si legge in una nota firmata dal senatore leghista e vice presidente del Senato Roberto Calderoli – Ormai è un quotidiano bollettino di guerra, un campionario degli orrori nel silenzio glaciale della sinistra, del Pd e del Governo. Io ripeto che l’unica soluzione, da me messa nero su bianco su un disegno di legge che a breve depositerò in Senato, è l’inserimento nel nostro codice penale della castrazione chimica per gli stupratori recidivi e della misura irreversibile della castrazione chirurgica per quei casi specifici connotati da brutalità e ferocia”.

Ieri l’arresto

Un 20enne della Sierra Leone, richiedente asilo e ospite della comunità, è stato arrestato la mattina stessa dai carabinieri di Calcio. Ieri sera è stato portato in carcere a Bergamo, in stato di fermo, dopo aver passato il pomeriggio nella caserma della Compagnia di Treviglio che sta indagando sull’accaduto.

Oggi Salvini a Fontanella

Oggi, alle 17, a Fontanella è atteso l’arrivo di Matteo Salvini. Il segretario federale parteciperà al presidio previsto nel pomeriggio alla cascina Fenatica. Solo settimana scorsa davanti alla sede della coop, ad Antegnate, si era tenuto un altro presidio di protesta (LEGGI QUI).

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia