Menu
Cerca

Il Girasole in campo a “Matti per il calcio”

Il Girasole, formata da ospiti del Centro Diurno psichiatrico di Treviglio, prenderà parte all’11esima rassegna nazionale dei Centri d’igiene mentale in rappresentanza della Lombardia

Il Girasole in campo a “Matti per il calcio”
Cronaca 20 Settembre 2017 ore 11:10

I trevigliesi del Girasole a “Matti per il calcio”. La squadra formata da ospiti del Centro Diurno psichiatrico di Treviglio prenderà parte all’undicesima edizione della rassegna nazionale dei Centri d’igiene mentale organizzata dall’Uisp, al via domani, 21 settembre, a Montecatini Terme.

Lo sport per tutti

Saranno la Global Sport Lario di Como e la trevigliese Girasole a rappresentare la Lombardia all’undicesima edizione di “Matti per il calcio”, rassegna nazionale dei Centri d’igiene mentale organizzata dall’Uisp che si terrà a Montecatini Terme dal 21 al 23 settembre. Parteciperanno sedici squadre provenienti da tutta Italia, che daranno vita a tre giorni di partite fuori dal comune. Si intrecceranno storie ed esperienze di chi sceglie, e prescrive, il calcio come terapia: scenderanno in campo squadre formate da persone con disagio mentale, infermieri, medici e operatori.

I veterani di Treviglio

Le squadre lombarde che parteciperanno alla rassegna fanno parte di un nutrito gruppo di società che partecipa da anni al torneo amatoriale regionale organizzato annualmente dalla Uisp Lombardia. Il Girasole di Treviglio, in particolare, è ormai una squadra veterana della manifestazione, ma è alla prima partecipazione a “Matti per il calcio”: “C’è grande fermento ed emozione, oltre che orgoglio per poter rappresentare la Lombardia, da parte dei pazienti per questo torneo – spiegano gli educatori Paolo Lecchi e Daniele Guercilena, quest’ultimo allenatore della squadra – Siamo davvero soddisfatti di essere riusciti a creare intorno alla squadra una rete che ci ha supportato sin dall’inizio: dal Comune di Treviglio alla Uisp, in tanti ci hanno aiutato a coronare il sogno di questi ragazzi”.

Contro l’isolamento per socializzare

Fanno parte della rosa del Girasole una quindicina di atleti tra cui anche due operatori e un volontario; la squadra fa parte dell’omonima associazione che sostiene in vari modi, ormai da anni, la formazione formata dagli ospiti del Centro Diurno psichiatrico di Treviglio. “Attraverso l’iniziativa sportiva gli ospiti hanno la possibilità di contrastare l’isolamento e potenziare la socializzazione. Lo sport può, infatti, stimolare e generare nuove esperienze, contribuendo notevolmente a ridurre lo stigma provocato dalla “malattia”, spiegano gli educatori.

“Mettere in fuorigioco la discriminazione”

Qual è l’obiettivo? “Mettere in fuorigioco discriminazione e pregiudizio – dice Vincenzo Manco, Presidente Nazionale Uisp – ovvero contribuire a favorire l’integrazione e vincere l’isolamento, attraverso un torneo che è il punto di arrivo di progetti e interventi che la Uisp promuove con continuità a livello territoriale ormai da circa trent’anni”.
Soddisfatto Milvo Ferrandi, Presidente Uisp Bergamo: “Matti per il Calcio è rassegna dai valori unici, che esemplifica al meglio i valori promossi dalla nostra associazione. Ancora una volta lo sport si dimostra uno strumento incredibile: far stare insieme questi ragazzi, facendoli divertire insieme agli operatori dei Dsm, potrà garantire un importante valore aggiunto al loro percorso di vita”