Menu
Cerca

Inseguito, picchiato e insultato volontario dell’Arci di Ombriano

E' accaduto stanotte, intorno all'1.30 quando due individui hanno atteso l'orario di chiusura, inseguendo il barista, colpendolo più volte al volto e insultandolo per la sua militanza antifascista.

Inseguito, picchiato e insultato volontario dell’Arci di Ombriano
Cronaca 14 Agosto 2017 ore 19:39

Volontario dell’Arci di Ombriano picchiato da due individui che hanno atteso che uscisse dal locale per aggredirlo e insultarlo. E’ il terribile episodio di violenza andato in scena stanotte, lunedì, tra l’una e mezza e le due nel quartiere di Ombriano, a Crema. A rendere noto l’accaduto è lo stesso Consiglio Direttivo dell’Arci di Ombriano, che si è mobilitato per un’assemblea pubblica.

Inseguito e picchiato

“C’è stata un’aggresione fascista – hanno fatto sapere dal vertice del circolo cremasco – Stanotte due individui su una macchina grigia hanno atteso l’orario di chiusura e hanno aspettato che i soci lasciassero il circolo. A quel punto hanno inseguito il barista imboccando via Renzo da Ceri nel senso opposto e affiancando il volontario che rientrava verso casa. Uno dei due è sceso dall’auto e ha colpito più volte al volto il volontario dell’arci mentre lo insultava per la sua militanza antifascista. Il tutto si è svolto in pochi istanti. Poco dopo è salito in macchina e i due si sono dati alla fuga. L’aggressore è stato riconosciuto come fascista sia per la retorica che per l’abbigliamento. Il nostro compagno sta bene”

“Fatto che cerca di intimidire tutti i soci e simpatizzanti”

Il fatto è grave per due motivi – continuano – l’aggressione era premeditata, mirata e codarda , in pieno stile fascista. Il compagno dell’arci è stato seguito e aggredito quando i due avevano la certezza di essere soli. L’aggressione non colpisce solo un socio del circolo, ma tenta di colpire e intimidire un punto di riferimento per i giovani, le organizzazioni di sinistra e gli antirazzisti di tutto il cremasco. L’aggressione è avvenuta il giorno dopo l’attentato nazista di Charlottesville e si inserisce in un clima in cui la Lega nord soffia sul fuoco del razzismo e si allea con organizzazione neonaziste e in cui il partito di governo stringe accordi col governo libico per internare i migranti ed impedirgli di raggiungere l’Europa”.

Mercoledì assemblea pubblica

“Un clima in cui idee e metodi del fascismo vengono tollerati come un opinione, quando in realtà sono uno strumento per reprimere chi si oppone alle politiche della classe dominante. Di certo non ci faremo intimidire – hanno concluso – Mercoledì 16 agosto ore 21.30 assemblea pubblica antifascista all’Arci ombriano.Noi non ci nascondiamo, ora e sempre resistenza”

Leggi di più sul numero di INCremascoweek da venerdì 18 agosto in edicola