Siti Unesco Capriate entra nel direttivo

Capriate è entrata nel direttivo dei siti Unesco. La decisione è arrivata nel corso dell'assemblea del sodalizio che si è tenuta ad Assisi.

Siti Unesco Capriate entra nel direttivo
24 Gennaio 2018 ore 12:16

Siti Unesco Capriate è entrata a far parte del direttivo dell’Associazione. Capriate, Comune tra i fondatori del sodalizio a preso il posto di Capo di Ponte.

Siti Unesco

La città è entrata a far parte del direttivo dell’associazione italiana beni Unesco. Un successo per l’Amministrazione capriatese e per il sindaco Valeria Radaelli. L’assemblea che ha registrato l’ingresso di Capriate nel direttivo del sodalizio che riunisce i Comuni italiani con beni riconosciuti patrimonio dell’umanità, si è svolta venerdì della scorsa settimana ad Assisi.

“Un piccolo Comune”

“Siamo uno dei Comuni fondatori dell’associazione e abbiamo preso il posto di un altro piccolo Comune come Capo di Ponte che aveva già fatto tre mandati da tre anni l’uno – ha spiegato il sindaco – Il punto più importante dell’assemblea era rappresentato dall’elezione del presidente, dove è stato riconfermato il primo cittadino di San Gimignano, Giacomo Bassi, nonostante il suo mandato di sindaco sia in scadenza di mandato tra un anno e mezzo. Anch’io sono alla fine del mio mandato ma il posto nel direttivo resterà a Capriate e sarà ereditato dall’Amministrazione che verrà”.

“Importante esserci”

“In ottobre sarà organizzato un meeting con i luoghi siti Unesco di Francia, Spagna e Germania, oltre ovviamente all’Italia, e sarà organizzato proprio nel Bel Paese – ha spiegato Radaelli – Per noi è importante far parte del direttivo dell’associazione perché ci permetterà di essere a contatto e magari avere alcuni suggerimenti da realtà importanti. Non dimentichiamoci che fanno parte dei siti Unesco città come Firenze, Venezia e Roma”.