Presa la banda della Bmw: fuga da pazzi tra Cologno, Brebemi e Agrate

Tutto è iniziato a Cologno al Serio dove i quattro albanesi a bordo di una Bmw rubata avevano tentato di compiere l’ennesimo furto.

Presa la banda della Bmw: fuga da pazzi tra Cologno, Brebemi e Agrate
Cronaca 27 Luglio 2017 ore 18:00

Il furto in villa non era andato in porto ed erano stati «costretti» a scappare in fretta e furia per cercare di seminare i carabinieri. Ma una volta allertati, questi gli sono restati   alle calcagna.  E la famigerata «banda della Bmw», che probabilmente pensava di averla fatta franca per l’ennesima volta, è stata presa.

Fuga alla Fast and Furios

Tre dei quattro uomini a bordo sono finiti in manette a seguito di un inseguimento degno di «Fast and Furios» sulla grande e poco trafficata Brebemi, dove gli agenti della Polizia stradale di Chiari, insieme ai colleghi e carabinieri di Seriate, li hanno inseguiti a più di 200 chilometri orari.
Tutto è iniziato sabato sera a Cologno al Serio dove i quattro albanesi a bordo dell’auto avevano tentato di compiere l’ennesimo furto.

Colti sul fatto dai vicini a Cologno

Questa volta però erano stati colti sul fatto dai vicini che avevano prontamente avvisato le Forze dell’ordine e si erano visti «costretti a scappare».
La «banda della Bmw», a cui a seguito delle indagini si potranno attribuire anche diversi furti che si sono verificati nel bresciano, deve aver pensato che forse, superando i Carabinieri e entrando in autostrada a Caravaggio, si sarebbe rivelata vincente, ma così non è stato e poco dopo è scattato l’inseguimento sotto la pioggia battente.

Fino in A4

Erano circa le dieci quando l’auto nera ha varcato il casello con netta distanza, favorita dalla potenza del motore, da quella dei militari ed ha iniziato a fuggire dalle auto della Polstrada.
Il conducente della Bmw, anch’essa rubata a Milano a maggio, ha anche più volte cercato di speronare le auto per aprirsi un varco tra le vetture in corsa. Fortunatamente il fondo viscido non  è stato d’aiuto e ha solo fatto sì che l’automobile si schiantasse contro il guard rail. I quattro si sono così visti costretti ad abbandonare la macchina e tentare la fuga a piedi nei campi di Pessano con Bornago, nei pressi di Agrate. Qui gli agenti, che li hanno prontamente rincorsi, sono riusciti a fermarne tre su quattro a seguito di una colluttazione.

Tre albanesi in manette

Da «perfetti» ladri d’abitazione il kit trovato in auto con tanto di piede di porco, mazze, cacciaviti, flessibile e dischi per tagliare l’acciaio.
In manette, per resistenza, lesioni, ricettazione, tentato furto, e possesso di attrezzi atti allo scasso, sono finiti Trevis Tuci, 33 anni, Armando Mota, 34, e Osi Piroli, 32enne, tutti di origine albanese, pregiudicati senza fissa dimora e permesso di soggiorno, mentre il quarto uomo, favorito anche dall’oscurità è riuscito dileguarsi. Fotosegnalati in questura a Milano, i tre sono stati associati al carcere di Monza, continuano le indagini e le ricerche del quarto uomo.