Centenaria

Bariano in festa per i cent’anni di Anna Moleri

Ha compiuto cent'anni lo scorso 24 settembre, la barianese Anna Moleri, che per l'occasione ha ricevuto le visite di sindaco, parroco e alcune associazioni.

Bariano in festa per i cent’anni di Anna Moleri
Romanese, 03 Ottobre 2020 ore 09:30

Ancora in ottima salute, Anna Moleri ci ha raccontato la propria storia e ha svelato la sua “ricetta per la longevità”: l’affetto dei propri cari.

La centenaria di Bariano

I cent’anni di Anna Moleri: la barianese più longeva festeggia il secolo di vita, circondata dall’affetto dei familiari e tra le visite di Amministrazione, amici e associazioni. Anna è nata il 24 settembre 1920. Prima di nove fratelli, cinque dei quali ancora in vita – il più “giovane” ha 83 anni – è sempre vissuta in paese affrontando le difficoltà degli anni della guerra senza perdere mai la speranza e la voglia di andare avanti. Sin da giovanissima ha lavorato in un maglificio in paese, poi a Fornovo, prima di trovare impiego a Legnano e a Fara d’Adda, dove ha continuato a lavorare fino al ‘44, anno delle sue nozze con il compaesano Luigi Tomasoni, dal quale ha avuto cinque figli.

“Il mio segreto? L’affetto”

Il tempo le ha poi donato la bellezza di cinque nipoti e sette pronipoti (Stella la più piccola, di appena tre mesi), e la fortuna di diventare centenaria ancora in ottima salute.

Deve scusarmi se ci sento poco, ho una certa età – ha esordito nel momento della presentazione – Credo che il mio segreto sia stato quello di essere sempre rimasta in famiglia, circondata dall’affetto dei miei cari – ha raccontato Anna, che ancora oggi vive con la figlia Marisa Tomasonie continua a leggere e ascoltare regolarmente i telegiornali. Nei primi anni ‘70 ho gestito, per tre o quattro anni, una cartoleria in paese. Gli anni più duri, invece, sono stati quelli della guerra: mio marito è stato in Russia dal 1940 al ‘44, ci siamo sposati al suo rientro. Ricordo i giorni dei bombardamenti, erano tempi difficili. Non che questo periodo sia facile: per fortuna, a rallegrarmi nel giorno del mio compleanno sono venuti in molti: dagli amici ai vicini di casa, ai rappresentanti dell’Amministrazione comunale, passando per i referenti dell’associazione Combattenti e Reduci e il parroco, don Silvio. Tutti con attestati o omaggi floreali. Se dovessi dare un consiglio ai giovani di oggi – conclude – direi loro di seguire i valori di una volta e avere più rispetto degli altri e della fede: sono queste le cose importanti della vita.

Anna Moleri in compagnia del sindaco di Bariano Andrea Rota.

Puoi leggere l’intervista ad Anna Moleri anche sul Giornale di Treviglio e RomanoWeek in edicola questa settimana.

TORNA ALLA HOME.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia