Attualità
Brignano

"Voragine" sull'asfalto, strada chiusa a Brignano

Domani i tecnici di Cogeide saranno sul posto per valutare l'entità dello "smottamento" che potrebbe essere stato la causa della formazione della grande e profonda buca. Chiusa via Vittorio Emanuele II, tra via Colleoni e via Lotto.

"Voragine" sull'asfalto, strada chiusa a Brignano
Attualità Gera d'Adda, 15 Novembre 2022 ore 19:31

Un tratto di via Vittorio Emanuele II, la via principale di Brignano, è chiuso al traffico veicolare e pedonale per ragioni di sicurezza, dal tardo pomeriggio di oggi martedì 15 novembre. Lo ha deciso il sindaco Beatrice Bolandrini, d'intesa con la Protezione civile e con l'assessore Stefano Moro, perché una grossa buca si è aperta nell'asfalto. Domani, mercoledì, i tecnici della Cogeide saranno sul posto per valutare l'entità del possibile "smottamento".

Chiuso un tratto di strada, forse è "colpa" della fogna

Il tratto interessato è quello di via Vittorio Emanuele II, tra l'incrocio con via Colleoni e l'incrocio con via Lotto.  La grande e profonda buca potrebbe allargarsi, questo il rischio principale per cui è stato decisa la chiusura in via precauzionale di circa 160 metri di strada.  "Il transito nel tratto chiuso è consentito esclusivamente ai residenti purché procedano a passo d'uomo. Si consiglia ai residenti di accedere al tratto chiuso passando dalla parte che interseca via Lotto" spiega l'assessore Moro.

"Meglio evitare che qualcuno si faccia male"

Si tratterebbe, dai primi rilievi, di una "classica" buca da erosione causata dalla fogna: l'acqua, forse da una perdita, scava lentamente ma inesorabilmente il terreno, fino a che il peso dell'asfalto e del terreno superficiale fa cedere il vuoto che si crea. Attorno alla buca ci sono diverse crepe "forse di assestamento, forse più preoccupanti" ha spiegato ancora Moro. Da qui la decisione di chiudere, per evitare che qualcuno si faccia male". In particolare, il rischio era a carico  di biciclette e moto. Evitare ulteriori passaggi consentirà anche, probabilmente, di evitare un ulteriore allargamento. Cogeide ha già effettuato un primo sopralluogo questa sera. Domani, probabilmente, si saprà come intervenire, una volta appurata la vera natura del danno. "Non escludiamo che si mettano delle piastre provvisorie, mentre si organizza l'intervento vero e proprio" di messa in sicurezza, ha concluso l'assessore.

 

Seguici sui nostri canali