Attualità
Rivolta

Via alla Festa internazionale della musica

Una settimana per suonare, cantare, ballare e incontrarsi. Il sindaco: "C'è bisogno di normalità".

Via alla Festa internazionale della musica
Attualità Cremasco, 21 Giugno 2022 ore 22:13

Sette giorni per suonare, cantare, ascoltare, ballare ed incontrarsi. Questo lo spirito che ha anima il ricco cartellone coordinato dalla Pro Loco di Rivolta d’Adda e patrocinato dall’Amministrazione comunale, per celebrare in paese la 28a Festa Internazionale della Musica.

Festa internazionale della musica

Lunga la serie di iniziative che coinvolgeranno le diverse associazioni che operano a Rivolta in ambito musicale: dalle canzoni in dialetto rivoltano, dal revival alla musica da discoteca, dalla musica operistica a quella bandistica. Si comincia stasera, martedì 21 giugno, giornata dedicata alla ricorrenza internazionale, con una serie di eventi concomitanti che si svolgeranno negli spazi comunali, ma anche nei cortili del borgo. Nella serata che segna anche il solstizio d’estate, al centro socio-culturale si potranno ascoltare gli allievi dei corsi di strumento organizzati dall’associazione Musicainsieme; nell’atrio comunale “Appuntamento con l’opera” con ascolto guidato di musica lirica a cura dell’Università del Ben-Essere; in Curt di Vàchi, in piazza Ferri, i Three Bigul si esibiranno con le loro canzoni in dialetto rivoltano.

Programma completo

Giovedì 23 giugno sarà invece la volta della Tabanus Band che, in piazza Ferri, proporrà un revival di musiche evergreen. Quella di venerdì 24 giugno sarà una serata dedicata alla discomusic. In piazza Cavour si riuniranno, con un’iniziativa del tutto inedita, tutti i DJ rivoltani – giovani e non più giovani – per un lungo DJ-set che partirà dall’ora dedicata all’aperitivo fino a notte fonda. L’appuntamento clou di tutto il cartellone sarà quello che si svolgerà sabato 25 giugno e che vedrà impegnate ben 4 bande musicali: con un’iniziativa dedicata alle 4 contrade, la Pro loco, in collaborazione con il Rotary Club Rivolta d’Adda Gerundo, intende riportare sulle strade del borgo le caratteristiche musiche di ottoni, legni e percussioni dopo il lungo silenzio dovuto alle restrizioni sanitarie. Questo grande appuntamento musicale vedrà sfilare nelle contrade la banda cittadina Sant’Alberto, accompagnata da altre tre bande ospiti – per un totale di ben 150 musicanti - che si riuniranno successivamente in concerto presso la piazza principale del paese. Lo spettacolo sarà presentato da Laura Magnani. La settimana si chiuderà poi con una serata di ballo liscio presso l’Arci Il Sole domenica 26 giugno.

"C'è bisogno di tornare alla normalità"

"C’è un gran bisogno di tornare alla normalità – spiega il sindaco Giovanni Sgroi – ed è davvero entusiasmante vedere come tante associazioni ed organizzazioni di volontariato si siano messe all’opera congiuntamente per raggiungere questo obiettivo e per celebrare la nobile arte della musica. Sono orgoglioso di amministrare una comunità così intraprendente, viva ed attiva anche dal punto di vista artistico e culturale".

"Gli eventi sono numerosi e ben strutturati – aggiunge Marianna Patrini, vicesindaco ed assessore alle politiche culturali – e sottolineano le diverse sensibilità che ruotano attorno al mondo della musica, abbracciano le esperienze più diverse e si propongono per tutti i gusti. L’idea, poi, di attraversare più punti del paese scegliendo varie location per esaltare anche l’aspetto turistico visto il forte richiamo che avrà la manifestazione, costituisce un doppio obiettivo raggiunto da parte della Pro Loco".

"Per questa Festa della Musica i miei collaboratori si sono attivati a lungo – spiega Giuseppe Strepparola, presidente della Pro loco – abbiamo voluto proporre una grande occasione per contribuire a riunire tutte le sensibilità e tutte le proposte provenienti dalle varie realtà associative del paese. Si tratta di un grande lavoro di rete che valorizza il mondo del volontariato rivoltano e che ci rende molto orgogliosi. Siamo riconoscenti nei confronti di tutte le associazioni presenti, dell’Amministrazione comunale che ha concesso il suo patrocinio e delle aziende ed istituzioni che hanno offerto il loro contributo".

L’iniziativa è inserita nel circuito della Festa Internazionale della Musica promosso dalla Commissione Europea, dal Ministero italiano della Cultura e gestito dall’AIPFM (Associazione Internazionale per la Festa della Musica). Gli eventi coordinati dalla Pro loco hanno ricevuto il patrocinio dell’Amministrazione comunale, dell’UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia) e la collaborazione del Coordinamento Bande Musicali della Provincia di Cremona.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter