Attualità
Cremasco

Vetrine in rosso contro la violenza sulle donne

Un capo d'abbigliamento di colore rosso in vetrine e spazi pubblici

Vetrine in rosso contro la violenza sulle donne
Attualità Cremasco, 20 Novembre 2021 ore 00:22

Nel contesto delle iniziative promosse per la "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne”, la "Rete Con-tatto" lancia l'iniziativa "Vetrine in rosso", che troverà spazio nelle vetrine dei negozi cremaschi da giovedì 25 a domenica 28 novembre.

Vetrine in rosso

L'idea è quella di esporre in un luogo ben visibile al pubblico un indumento femminile di colore rosso corredato dalla didascalia preparata per l'occasione dall'associazione cremasca che supporta le donne vittime di violenza fisica e psicologica.

Non solo negozi

Le richieste di adesione all'iniziativa sono state moltissime e non riguardano solo gli esercizi commerciali dell'ambito Cremasco, ma anche gli Enti, che potranno servirsi di spazi pubblici quali biblioteche e Municipi.

Il comunicato

La ricorrenza internazionale è stata istituita 21 anni fa dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, ma il traguardo dell'eradicazione dei sistematici maltrattamenti sulle donne, che il più delle volte avvengono in ambito domestico, è ancora lontano.
Per celebrare anche quest'anno il 25 novembre, "Rete Con-tatto" ha deciso di puntare l'accento proprio sul colore che contraddistingue la violenza maschile sulle donne: il rosso.

"L'idea è di coinvolgere non solo Enti e istituzioni, ma anche i singoli cittadini, perché combattere il fenomeno della violenza di genere è responsabilità di tutti e inizia dai gesti quotidiani che ciascuno deve avere la determinazione di compiere - recita il comunicato dell'associazione - Il coinvolgimento diretto dei tanti esercizi commerciali presenti nell'Ambito permetterebbe potenzialmente di estendere con grande forza e visibilità il messaggio di denuncia: tutti uniti, insieme contro la violenza. Il rosso, colore del sangue, che pervaderà le vie e le piazze dei nostri paesi costringerebbe tutti a fermarsi, a guardare, a ricordare, a non voltare la testa dall'altra parte. L'adesione all'iniziativa da parte di tutto il territorio dell'Ambito garantirà un impatto unitario verso i cittadini, che ritroveranno il medesimo segnale anche al di fuori del proprio singolo Comune, per tutto il fine settimana seguente la giornata del 25 novembre".