Attualità
bilancio

Una scelta controcorrente: la Giunta di Urgnano non aumenta le aliquote

"Siamo consci che non ci si debba incensare per l’effetto annuncio dell’invarianza delle entrate ma che ci rende giustamente orgogliosi di avere scelto di non cadere nel panico dettato dalla situazione economica precaria", commenta Gastoldi

Una scelta controcorrente: la Giunta di Urgnano non aumenta le aliquote
Attualità Media pianura, 24 Aprile 2022 ore 09:01

Nessun aumento della tassazione per i cittadini di Urgnano. E' quanto si legge nel Bilancio previsionale approvato dal Consiglio comunale.

Una scelta controcorrente

Una scelta controcorrente in questo periodo storico arduo per le Amministrazioni locali, che devono fare i conti con due anni di pandemia, ma soprattutto con l'aumento del costo delle utenze.

Il commento del sindaco

"Sostenuto dalle scelte oculate fatte negli anni precedenti, l'Amministrazione si propone di non aumentare la tassazione locale e di mantenere sostanzialmente inalterata l’offerta pubblica di servizi e sostegni – ha detto il sindaco Marco Gastoldi - Sono questi gli elementi principali che caratterizzano il Bilancio di previsione 2022, siamo riusciti con grande impegno a non toccare le aliquote fiscali, a garantire la continuità dei servizi educativi, sociali e culturali, a strutturare una previsione di investimenti pubblici finalizzati ad intercettare i bandi Regionali, Statali o del Pnrr. È chiaro che tutt’ora il Bilancio è collegato ad alcuni elementi di incertezza come ad esempio i costi dell’energia, ma anche ad alcune scelte connesse alla distribuzione dei finanziamenti regionali, nazionali ed europei. La situazione è in continuo divenire e ciò comporta prudenza e scelte fatte secondo la logica che ci ha sempre contraddistinto, quella del “buon padre di famiglia”. Siamo consci che non ci si debba incensare per l’effetto annuncio dell’invarianza delle entrate ma che ci rende giustamente orgogliosi di avere scelto di non cadere nel panico dettato dalla situazione economica precaria, augurandoci che cessino le continue sollecitazioni straordinarie per le nostre famiglie, per le nostre imprese e per il nostro Comune".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter