Attualità
Treviglio

Una mostra per i 500 anni del Miracolo della Madonna delle Lacrime

Verranno esposti documenti originali, opere d’arte, pagine di giornali, immagini e oggetti d’epoca, dal 1522 arriva ai giorni nostri.

Una mostra per i 500 anni del Miracolo della Madonna delle Lacrime
Attualità Treviglio città, 17 Febbraio 2022 ore 10:05

In occasione dei 500 anni del Miracolo della Madonna delle Lacrime, che così profondamente ha segnato la storia e la società trevigliese, il Museo Civico “Ernesto e Teresa Della Torre” organizza una mostra dedicata alla devozione che intorno al miracolo si è creata e perpetuata in cinque secoli di storia.

Mostra

Un racconto in bilico tra devozione e tradizione ricreato grazie a documenti originali, opere d’arte, pagine di giornali locali, immagini e oggetti d’epoca, che dal 1522 arriva ai giorni nostri. In questa mostra sono ricordati i momenti salienti che la comunità di Treviglio ha vissuto intorno alla devozione alla Madonna delle Lacrime: feste, celebrazioni, commemorazioni, ricostruzioni storiche, fiere e premiazioni. Sono presenti però anche ricordi di devozione privata testimoniate per esempio dalle lettere inviate dai soldati durante le due guerre alle proprie famiglie e da una piccola selezione di Ex Voto. La ricostruzione è partita dall’indagine dei documenti presenti nell’archivio storico del Comune di Treviglio per poi allargarsi a documenti inediti grazie ai numerosi prestiti da parte di cittadini privati.

4 foto Sfoglia la gallery

Oggi l'inaugurazione

La mostra verrà inaugurata oggi, giovedì 17 febbraio, alle 18.15 nella Sala Crociera del Centro Civico Culturale, in vicolo Bicetti de Buttinoni 11. Sarà possibile visitarla  sino al 6 marzo con i seguenti orari: martedì e venerdì dalle 15 alle 18, il sabato e la domenica dalle 15.00 alle 19.00. L’ingresso è gratuito. Per accedere è necessario essere in possesso di green pass rafforzato secondo la normativa vigente. Per maggiori informazioni: trevigliomusei@comune.treviglio.bg.it oppure 0363317520.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter