Attualità
Castel Rozzone

Un progetto per ridare vita e futuro al vecchio asilo

Per trovare risorse è stata aperta anche una raccolta fondi su Gofoundme.

Un progetto per ridare vita e futuro al vecchio asilo
Attualità Gera d'Adda, 27 Dicembre 2021 ore 11:00

Ridare vita e futuro al vecchio asilo infantile di Castel Rozzone, luogo della memoria per migliaia di castelrozzonesi? Questo è l'obiettivo che si sono prefissi quattro giovani volonterosi Giacomo Rozzoni, Fabio Nisoli, Gabriele Manzoni e Giovanni Cortesi. In un primo momento, si punterà sulla valorizzazione del terreno incolto e inselvatichito alle spalle del grande stabile di via Dante Alighieri.

Un futuro per il vecchio asilo

Questo, all’indomani del "via libera" dalla proprietà, la "Fondazione Scuola dell'Infanzia San Giuseppe" (che gestisce la scuola dell'infanzia oggi vicina all'oratorio), legata alla parrocchia di San Bernardo.

"Ci stavamo pensando già da qualche mese, ma la campagna fondi è partita solo alcuni giorni fa, su GofoundMe - ha raccontato Giacomo Rozzoni - Vogliamo iniziare con il ripristino di parte del terreno: abbiamo in mente di realizzare un orto botanico e un giardino aperto alla comunità. Chiaramente i lavori da fare sono parecchi, ma l’obiettivo ultimo è la riqualificazione dello stabile che un tempo ospitò l'asilo infantile. L'impegno economico e progettuale è gravoso, per questo chiediamo un aiuto e ci auguriamo di coinvolgere altri cittadini come noi, per lavorare insieme o per contribuire. Ogni piccolo gesto sarà importante".

"Una volta realizzato il giardino, d'accordo con il Comune vorremmo aprire un cancello nella parte retrostante, per consentire gli accessi - ha aggiunto - Nel frattempo ci costituiremo in associazione, anche per poter partecipare a bandi pubblici".

Un luogo di storia

Secondo le cronache, Giacinto Cortesi all’inizio del novecento donò alla comunità il terreno per la costruzione dell’asilo. Quest'ultimo fu realizzato grazie all’aiuto di tutti, con donazione di materiale e manodopera. Furono prima le suore della Congregazione di Vercelli e poi quelle Canossiane di Treviglio a impegnarsi nell’assistenza infantile fino agli inizi degli anni Novanta. Di fatto, l’edificio continuò però a funzionare sino al 1998, data dello spostamento nell'attuale struttura di via San Giovanni Bosco. Oggi la rimessa del vecchio stabile è utilizzata da Protezione civile e altre associazione per il ricovero di materiali e mezzi. Su Facebook è anche nato un gruppo, chiamato «Progetto Asilo vecchio», e qualche giorno fa, un lungo post riassumeva realtà e obiettivi dell'iniziativa.

"A Castel Rozzone tutti lo conoscono come l'asilo vecchio - hanno scritto, rivolgendosi ai lettori presenti e futuri - Da oltre 20 anni è chiuso per inagibilità, ma l'affetto dei castelrozzonesi verso questo luogo non si è mai spento. Quello che vi chiediamo è di unirvi a noi e partecipare".