Attualità
Fara Olivana con Sola

Un concorso di idee per far rinascere e unificare il paese

Il Comune di Fara Olivana con Sola ha emanato un bando alla ricerca di soluzioni per creare e rafforzare una visione unitaria dei due centri abitati in un unico paese.

Un concorso di idee per far rinascere e unificare il paese
Attualità Romanese, 16 Novembre 2022 ore 13:42

Il Comune di Fara Olivana con Sola ha emanato un bando alla ricerca di soluzioni per creare e rafforzare una visione unitaria dei due centri abitati in un unico paese.

Il Concorso di idee

Il Comune di Fara Olivana con Sola ha emanato un Concorso di Idee per l’acquisizione di proposte progettuali che costituiscano la miglior soluzione in grado di dare una risposta a spazi e luoghi della Comunità per creare e rafforzare una visione unitaria dei due centri abitati, Fara Olivana e Sola in un unico Paese. Gli obiettivi del concorso sono la realizzazione di una piazza a Fara Olivana, sul sedime del sagrato della chiesa di Santo Stefano Protomartire coinvolgendo in essa tutta via Umberto I, via Castello e una porzione di via Roma.  Una piazza nel paese di Sola nello spazio che comprende l’area antistante la chiesa di San Lorenzo, parte di via Alla Chiesa, una porzione di via Pradocchi e una porzione di via San Lorenzo oltre che nuovi edifici multifunzionali, pensati sull’area degli attuali posti nell’abitato di Sola ora adibiti a biblioteca ed ambulatorio.

Rivoluzione totale

Per adempiere allo scopo di rigenerazione del paese è richiesto ai candidati di proporre soluzioni di riqualificazione di alcune porzioni di territorio che saranno escluse dal budget. Per Fara Olivana la scuola elementare con il cortile di pertinenza. Lo scopo è rendere tali spazi fruibili nei giorni ed orari in cui non ci sono le lezioni. I concorrenti sono liberi di immaginare come tali luoghi possano essere fruiti da associazioni, e cittadini di tutte le età. Sempre a Fara Olivana vi è la presenza di un importante immobile di proprietà della Congregazione della Misericordia Maggiore di Bergamo – MIA. In questo caso è possibile avanzare soluzioni di rifunzionalizzazione per una futura destinazione d’uso. Nell’abitato di Sola ai candidati è richiesto di pensare ad un nuovo disegno di viabilità che preveda la riqualificazione del parcheggio all’incrocio tra via Pradocchi e via G. Falcone e la sistemazione della piazza a pianta quadrata in via Papa Giovanni Paolo II. Nel disegno della viabilità, facoltativo è anche il tratto di strada “ex Statale 11” condivisa con il territorio comunale di Isso. Questo affinché tale proposta possa costituire un dialogo di fattibilità col comune limitrofo, mettendo in relazione i due comuni dello stesso Paese lasciando maggiori spazi di pertinenza pedonale. La scadenza per la presentazione dei progetti è stata fissata al 15 gennaio 2023 alle ore 12. Il premio per il vincitore sarà di 17mila euro.

L'Amministrazione comunale

“La necessità di questo concorso nasce dalla volontà dell’Amministrazione Comunale di innescare un processo virtuoso di rigenerazione urbana con ricadute e riflessi positivi non solo dal punto di vista urbanistico, ma anche sociale ed economico. - ha detto la sindaca Sabrina Severgnini - Il tema principale individuato dal Comune di Fara Olivana con Sola, che si richiede ai candidati di sviluppare, è la realizzazione di nuovi spazi di socializzazione identificati in due piazze, in grado di generare un luogo centrale per la vita del paese, che sia al contempo caratteristico e identitario degli stessi. Ad esso si aggiunge la necessità di fornire Sola di nuovi spazi multifunzionali, fruibili dalla comunità e dalle associazioni. Questi dovranno essere pensati nel perimetro dell’attuale parco comunale con gli edifici dedicati a biblioteca e ambulatorio. Dovranno essere mantenute le funzioni ad oggi attive, integrando anche uno spazio di coworking e un auditorium con una capienza inferiore alle 100 persone. Il parco, nella sua rielaborazione, dovrà diventare un luogo inclusivo, parte integrante della piazza stessa”.

Seguici sui nostri canali