La risposta

Trasporto pubblico e scuola, la Provincia: "Tutti in classe ma con ingressi scaglionati"

Il Coordinamento dei genitori aveva interpellato via Tasso per chiedere un tavolo di lavoro ed evitare il ripresentarsi dei "soliti" problemi.

Trasporto pubblico e scuola, la Provincia: "Tutti in classe ma con ingressi scaglionati"
Attualità Bergamo e hinterland, 30 Giugno 2021 ore 17:26

Si è tenuta ieri, 29 giugno 2021, la conferenza del Trasporto pubblico locale: sul tavolo un argomento che con l’avvio del nuovo anno scolastico in settembre interesserà nuovamente gli studenti e relative famiglie che si serviranno dei mezzi pubblici, quello della programmazione del servizio del trasporto pubblico.

"Riportiamo a scuola tutti gli studenti"

In vista del prossimo anno scolastico e per evitare il ripresentarsi dei problemi che ogni anno rendono un inferno il viaggio di molti studenti bergamaschi, il Coordinamento dei genitori aveva scritto alla Provincia per chiedere da subito un tavolo di confronto per non farsi trovare impreparati. A rispondere è stato il consigliere delegato alla Programmazione scolastica e al Trasporto pubblico locale, Claudio Cancelli.

“Abbiamo letto con attenzione le considerazioni e richieste che ci avete inviato, e che condividiamo nel merito - ha spiegato - Dopo un'attenta riflessione e valutazione delle esigenze che esprimete, della situazione in cui ci troviamo, dei motivi che ci hanno portato ad assumere le decisioni fino ad oggi, vi posso dire che concordo sull’obiettivo di riportare il 100% dei ragazzi e delle ragazze a scuola in condizioni normali. Siamo convinti che la DAD, pur utile in certe condizioni, sul lungo periodo non può essere la soluzione sistematica ai problemi dei trasporti. Pertanto il nostro obiettivo è quello di portare tutti gli studenti a scuola".

"La soluzione oggi è l'ingresso distinto"

"La sicurezza però rimane l'impegno prioritario e, in ogni caso, i limiti all'affollamento dei mezzi di trasporto saranno giustamente determinati dalle autorità superiori (Regione, Ministero salute, Governo) - ha aggiunto Cancelli - Purtroppo non abbiamo elementi per pensare che nel breve periodo si possa ritornare a quello pre-covid. Considerando che la programmazione del sistema dei trasporti per settembre si fa in questo periodo, si deve tener conto dei vincoli attualmente esistenti. Quindi, in base alle valutazioni che emergeranno attraverso il Tavolo della Prefettura, che dovrà costituire lo strumento di coordinamento e di decisione come lo è stato finora, è probabile che a settembre l'unica soluzione praticabile per assicurare contemporaneamente sicurezza e trasporto a scuola per tutti sia l'ingresso distinto".

"Come Provincia sollecitiamo Regione e Governo per la messa in campo delle risorse economiche aggiuntive necessarie - ha concluso - e al tempo stesso confermiamo i nostri impegni e la necessità di utilizzare tutte le risorse disponibili per aumentare il numero dei mezzi e delle corse.”