Attualità
Cremasco

Tombolata benefica del Rotary Pandino Visconteo per sostenere l'Anffas Crema

Un aiuto concreto per aiutare l'associazione colpita a dicembre dalla visita dei ladri nella loro sede cremasca.

Tombolata benefica del Rotary Pandino Visconteo per sostenere l'Anffas Crema
Attualità Cremasco, 13 Gennaio 2023 ore 09:37

Un piccolo gesto dal grande significato. Continua la "gara di solidarietà" per aiutare l'Anffas Crema a ripartire dopo il furto subito all'interno della loro sede. Questa volta a scendere in campo è stato il Rotary Pandino Visconteo che grazie a una tombolata benefica è riuscito a raccogliere una discreta somma poi consegnata all'associazione cremasca.

Il Rotary Pandino Visconteo al fianco di Anffas

Un contributo importante per mostrare vicinanza ad una “realtà del nostro territorio che gioca un ruolo rilevante nella presa in carico di
persone con disabilità e loro famiglie”. Ieri pomeriggio, 12 gennaio, una delegazione del Rotary Pandino Visconteo si è presentata nella sede Anffas di viale Santa Maria per ufficializzare la donazione di quanto raccolto durante la tradizionale tombolata natalizia organizzata dal club presieduto da Fabiano Gerevini. Un aiuto che si aggiunge ai tanti che l’associazione ha ricevuto in questo periodo.

“Un gesto concreto – ha detto Gerevini – dopo l’odioso furto che avete subito lo scorso dicembre. Al di là di parole di sostegno e solidarietà comunque importanti, speriamo possa essere un sostegno utile a riparare i danni causati dai ladri”.

Nuove porte più sicure

La somma donata, come ha chiarito la vicepresidente di Fondazione Alba Anffas Crema Daniela Martinenghi, verrà impiegata per l’acquisto di nuove porte più sicure, così da sostituire quelle danneggiate.

"Ringraziamo il Rotary che, anche questa volta, non ha perso l’occasione per offrire un servizio utile ad Anffas e ai ragazzi con disabilità”.

L’incontro per i soci del club è stata anche l’occasione per conoscere meglio la realtà di Anffas nella sua duplice articolazione, frutto della più recente riforma di Terzo settore. Come ha spiegato il presidente di fondazione Paolo Marchesi, in piena sinergia l’associazione, deputata alle attività di promozione sociale e sensibilizzazione e Fondazione, deputata alla gestione dei servizi, “rispondono ai bisogni di 280 famiglie, 190 minori ed 80 adulti”. Una realtà “importante, appunto, che abbiamo il dovere di sostenere” chiosa Gerevini.

Seguici sui nostri canali