Mobilitazione

Stop a licenziamenti, sfratti e privatizzazioni: domani un presidio in piazza a Treviglio

La manifestazione, che si terrà davanti al Municipio, è stata promossa dal “Comitato unitario lavoratori e inquilini”.

Stop a licenziamenti, sfratti e privatizzazioni: domani un presidio in piazza a Treviglio
Attualità Treviglio città, 30 Luglio 2021 ore 09:50

Basta con i licenziamenti, gli sfratti e l'eccessiva privatizzazione della sanità: saranno questi gli argomenti al centro del presidio che si terrà domani, sabato 31 luglio dalle 18, in piazza Manara a Treviglio.

Presidio in piazza a Treviglio

La manifestazione, che si terrà davanti al Municipio, è stata promossa dal “Comitato unitario lavoratori e inquilini”, nato in queste settimane nella Bassa Bergamasca, "in un contesto investito da trasformazioni incontrollate, da progetti speculativi che stanno devastando ambiente e rapporti sociali, dove non sono mancati ultimamente momenti di mobilitazione sociale che hanno investito il mondo del lavoro e i ceti popolari".

"Di fronte al pesante attacco di Confindustria, Governo e Regione alle condizioni di vita e di lavoro di lavoratori, lavoratrici, inquilini e i ceti popolari, occorre lottare uniti e determinati - si legge nella nota diffusa da Maurizio Mazzucchetti del Comitato unitario - Come primo passo e come supporto alle lotte, proponiamo da subito l’istituzione di uno sportello sociale che su temi quali lavoro, casa, sanità e reddito sia in grado di raccogliere le problematiche nel territorio e di concorrere ad organizzare una risposta immediata alle necessità e ai bisogni più gravi e impellenti delle persone colpite dalla crisi".

Alla manifestazione aderiranno anche l'Associazione “Sos Diritti” Bergamo, Sol Cobas – Sindacato degli Operai in Lotta Cobas Bergamo, Unione Inquilini Bergamo/Treviglio , Rifondazione Comunista Bergamo, “Possibile” Bergamo.