Attualità
Server in tilt

Server ministeriali in tilt, prorogati i termini per il bando di riqualificazione degli edifici pubblici

Sarebbe dovuto scadere il 15 febbraio, ma il bando per le riqualificazioni è stato prorogato a causa dei guasti ai server del Governo.

Server ministeriali in tilt, prorogati i termini per il bando di riqualificazione degli edifici pubblici
Attualità Gera d'Adda, 20 Febbraio 2022 ore 16:47

A causa dei server ministeriali in tilt, tanti Comuni, tra cui Brignano Gera d'Adda, non hanno potuto candidare i propri progetti al bando. Grazie al deputato Daniele Belotti (in foto) la scadenza è stata prorogata a fine mese.

Server in tilt

Sono sempre più complicate le condizioni all’interno delle quali si trovano a operare i Comuni e i loro uffici al fine di garantirsi la partecipazione a bandi e finanziamenti: lo sa bene il Comune di Brignano che, l’altro giorno, ha corso seriamente il rischio di non potersi candidare al finanziamento promosso dal Governo per la realizzazione di opere pubbliche di messa in sicurezza di edifici e territorio, per il quale a livello statale sono stati stanziati 450 milioni di euro. Un bando già di per sé difficile, pubblicato l’otto gennaio scorso e comunicato alle Amministrazioni locali il 20 gennaio, con scadenza fissata per martedì 15 febbraio. A complicare ulteriormente le cose è stato poi il crollo dei server informatici della piattaforma dedicata nel corso degli ultimi giorni a disposizione per presentare le candidature, che ha impedito all’ente brignanese e a molti altri di candidare il proprio progetto che, nel caso specifico, riguarda ancora una volta il recupero dell’ex municipio e la sua trasformazione in Casa della Cultura.

L'intervento di Belotti

Fortunatamente il disservizio della piattaforma è stato prontamente segnalato e il deputato leghista Daniele Belotti è intervenuto a favore degli enti locali mediante un’interrogazione urgente. Così martedì pomeriggio è stata diramata la relativa nota sul sito del Governo, che annunciava che proprio a seguito dell’accaduto i termini per la presentazione delle richieste sono stati prorogati sino al 28 febbraio. Una boccata d’ossigeno anche per Brignano, che in questi giorni – piattaforma online permettendo – potrà dunque presentare la propria candidatura ai fondi: se infatti il progetto della casa della cultura è stato già candidato anche a un altro finanziamento, nulla vieta di tentare più strade per portare a casa il risultato. Al di là di questa progettazione, il Comune con ogni probabilità richiederà allo Stato dei fondi anche per la realizzazione della tanto discussa rotonda tra via Cologno e via Lurano.

Puoi saperne di più leggendo i numeri di PrimaTreviglio e RomanoWeek in edicola questa settimana.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter