Attualità
Cultura

Premio d'arte Città di Treviglio: ecco i vincitori

Nuvola Camera e Stefano De Paolis sono i vincitori del Concorso Giovani Talenti della settima edizione del Premio d'arte Città di Treviglio. Menzione speciale per Thomas Bentivoglio.

Premio d'arte Città di Treviglio: ecco i vincitori
Attualità Treviglio città, 21 Maggio 2023 ore 09:36

Nuvola Camera e Stefano De Paolis sono i vincitori del Concorso Giovani Talenti della settima edizione del Premio d'arte Città di Treviglio. Menzione speciale per Thomas Bentivoglio. La premiazione si è tenuta ieri pomeriggio, sabato 20 maggio, al Tnt.

Premio d'arte Città di Treviglio: i vincitori

L'opera di Nuvola Camera (classe 1998 di Como) "La convalescente" (2022, olio su carta, cm 70 x 70) si è aggiudicata il premio di 3mila euro messo in palio dal Comune di Treviglio e una personale che verrà allestita nel 2023-2024 in una delle sedi espositive comunali.

Nuvola Camera (classe 1998 di Como) "La convalescente" (2022, olio su carta, cm 70 x 70)

"L’opera interpreta poeticamente il tema di questa edizione - il miracolo - attraverso un richiamo all’esperienza della convalescenza, che sempre implica una sorta di graduale ritorno alla vita - recita la motivazione espressa dalla giuria - L’artista cita il celebre pittore metafisico Giorgio de Chirico, il quale evidenziava, di questo particolare frangente, “la strana impressione di guardare le cose per la prima volta”. Ispirata da questa associazione, Camera ha saputo ricreare quel magico senso di trascendenza attraverso un’immagine intensa e silenziosa e una pittura liquida e lieve".

L'opera di Stefano De Paolis (di Treviolo, classe 1992) "Saturnina" (2021, punta d’argento e matita su carta montata su alluminio, cm 70 x 168 x 2), ha ricevuto da G.S.I. Security Group il premio di 3mila euro e una personale che verrà allestita nel 2023-2024 in una delle sedi espositive comunali.

L'opera di Stefano De Paolis (di Treviolo, classe 1992) "Saturnina" (2021, punta d’argento e matita su carta montata su alluminio, cm 70 x 168 x 2)

"Si tratta di un grande disegno evocante una complessa plancia di comando che, grazie al supporto in alluminio, acquista lo statuto di oggetto - si legge nelle motivazioni - Il titolo “Saturnina” riconduce sia al proverbiale umore nevrotico dell’artista rinascimentale sia alla famiglia di razzi Saturn. Utilizzando semplici strumenti come la grafite e la punta d’argento, De Paolis configura una sorta di “tarsìa” - com’egli la definisce - un insieme di campiture di diversi toni di grigio per animare il suo universo immaginario".

La giuria ha ritenuto meritevole di una menzione speciale Thomas Bentivoglio (Fermo, 1998) per l’opera "Lo Scorso Venerdì Sono Andato al Parco per Cercare un Miracolo" (2023, pennarello su stampa Giclée, cm 50 x 70) "per essere riuscito a fondere in un lavoro fotografico un’interpretazione lirica e personale del tema di questa edizione e, insieme, un omaggio alla storica performance In Search of The Miraculous dell’artista concettuale Bas Jan Ader. Bentivoglio si è posto volontariamente alla ricerca di un miracolo: si è recato in un parco milanese e ha incrociato lo sguardo di un airone bianco. Quindi, ha impresso la sua testimonianza scritta sull’immagine del riflesso del cielo e degli alberi nelle acque di un laghetto".

Thomas Bentivoglio (Fermo, 1998) per l’opera "Lo Scorso Venerdì Sono Andato al Parco per Cercare un Miracolo" (2023, pennarello su stampa Giclée, cm 50 x 70)

In cerca di un "Miracolo!"

La riflessione proposta ai partecipanti di questa edizione era "Miracolo!" Come nelle precedenti edizioni, l’iniziativa si articola in due mostre: il Premio d’arte “Città di Treviglio”, su invito, e il Concorso Giovani Talenti, riservato agli under 35, su selezione.

Gli altri artisti selezionati quest’anno sono: Ludovica Anversa (Milano, 1996); Giulio Bonfante (Milano, 1997); Pietro Fanti (Sesto San Giovanni, Milano 1998); Giulia Maiorano (Milano, 1991); Silvia Mantellini Faieta (Pescara, 1992); Giulia Federica Martiradonna (Milano, 1999); Jimmy Milani (Savigliano, Cuneo 1995); Raffaele Morabito (Trescore Balneario, Bergamo 1994); Aleksandr Vladimirovich Nuss (Saratov, Russia 1999).

La giuria è composta da Damiano Gullì, curatore Arte contemporanea e Public Program, Triennale Milano; Sara Fontana, critica e storica dell’arte, curatrice del Premio; Vera Portatadino, artista e fondatrice di Yellow, progetto di ricerca sulla pittura contemporanea; Aldo Pozzi, collezionista; Bianca Trevisan, direttrice della Galleria Milano, Milano; Elisabetta Ciciliot, Direttore del Museo Civico “Ernesto e Teresa Della Torre” di Treviglio; Juri Imeri, sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Treviglio.

I dieci artisti invitati in questa settima edizione del Premio sono: Lorenza Boisi (Milano, 1972), Linda Carrara (Bergamo, 1984), Simonetta Fadda (Savona, 1962), Rosa Foschi (Urbino, 1943), Antonio Marchetti Lamera (Torre Pallavicina, 1964), Armando Marrocco (Galatina, 1939), Franco Mazzucchelli (Milano, 1939), Valdi Spagnulo (Ceglie Messapica, 1961), Serena Vestrucci (Milano, 1986), William Xerra (Firenze, 1937).

Inoltre, per sostenere e professionalizzare anche il lavoro dei giovani curatori, per questa settima edizione del Premio il Comune di Treviglio ha avviato una collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano e con l’Accademia di Belle Arti G. Carrara di Bergamo, invitando due loro studenti, selezionati dai loro docenti, a curare, di concerto con l’Ufficio Cultura del Comune di Treviglio, le mostre dei due vincitori, e stanziando un compenso di 500 euro per ciascun curatore.

Il catalogo e la mostra

Il catalogo contenente la documentazione su tutti gli artisti e le opere esposte, edito da Monti Edizioni Bergamo, verrà presentato al pubblico mercoledì 14 giugno alle 17.30.

La mostra è allestita in due sedi e rimarrà aperta fino a domenica 25 giugno 2023. Museo Civico Ernesto e Teresa Della Torre, Sala Crociera, vicolo Bicetti de Buttinoni 11 e Spazio Menouno, Piazza Garibaldi. Le due sedi sono aperte: martedì-venerdì 15-18; sabato e festivi 15-19.

Seguici sui nostri canali