Attualità
Treviglio

Poesie di primavera, a giudicarle saranno gli ospiti del Centro Diurno

E' l'iniziativa nata tra le mura del Centro diurno integrato "Don Sandro Mezzanotti", il servizio semiresidenziale gestito da Ygea.

Poesie di primavera, a giudicarle saranno gli ospiti del Centro Diurno
Attualità Treviglio città, 08 Aprile 2022 ore 17:46

Una poesia per celebrare la primavera e l'idea di indire un concorso dove a premiare gli scritti migliori saranno gli ospiti del Centro diurno di Treviglio.

Un concorso di poesia al Centro diurno

E' l'iniziativa nata tra le mura del Centro diurno integrato "Don Sandro Mezzanotti" di Treviglio, il servizio semiresidenziale gestito dalla società trevigliese Ygea srl, che dal 2003 offre alla cittadinanza un servizio di cura per le persone anziane che necessitano di un’assistenza socio sanitaria.

La missione principale del centro, situato in viale XXIV Maggio, è quella di migliorare la qualità della vita della persona anziana mettendola al centro di tutte le attività.

Celebrare la primavera con i versi

"Con l’arrivo della primavera abbiamo ripreso a vivere il nostro giardino - hanno spiegato - Per l’occasione, ispirati dai profumi di fiori e piante abbiamo scritto una poesia guidata dai nostri ricordi di gioventù. Abbiamo quindi deciso di proporre un concorso letterario aperto alla cittadinanza cosicché chi ha piacere di partecipare potrà mandare i propri scritti, entro il 30 aprile, alla mail centrodiurno@ygea.it".

Una giuria di anziani li valuterà e sarà felice di accogliere nel giardino i vincitori per la consegna del premio. Ecco la poesia composta dal team del Centro diurno, intitolata "Buongiorno Primavera":

Buongiorno primavera,
al mattino il sole splende tiepido
sui prati e sulle case,
in un cielo terso e multicolore
per donare a tutti felicità e amore.
Buongiorno primavera,
ci risvegli la voglia di muoverci e di vivere,
ci sentiamo più allegri
e con la mente voliamo come le farfalle
che si rincorrono festose.
Buongiorno primavera,
seduti su un prato in fiore
respiriamo aria fresca e nuova
e in una festa di colori
ci perdiamo guardando viole, margherite,
rose e primule.
Buongiorno primavera,
Il risveglio della natura ci fa tornare alla gioventù
Passata in fretta e che non torna più
Ma che ci lascia ricordi pieni di gioia
Tra giochi, nascondigli e corse all’aperto tutti insieme
Aspettando nell’acqua limpida dei fossi
Carote scappate ai contadini.

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter