Attualità
Treviglio

Pizzerie a Treviglio, ora "Attilio" è... "stellato"

Dal 2010 è una delle pizzerie più note a Treviglio, e da qualche giorno è anche "stellata". Si tratta di "Attilio 3.0", in via Ariosto.

Pizzerie a Treviglio, ora "Attilio" è... "stellato"
Attualità Treviglio città, 04 Luglio 2022 ore 09:43

Dal 2010 è una delle pizzerie più note a Treviglio, e da qualche giorno è anche "stellata". Si tratta di "Attilio 3.0", in via Ariosto, che viene portata avanti con passione e impegno da Attilio Cosentini, 44 anni, e dalla sua compagna Veronica Manitta, di tre anni più giovane.

Pizzerie a Treviglio, ora "Attilio" è... "stellato"

Entrambi maestri pizzaioli, negli ultimi due anni hanno deciso di investire ancora di più sulla qualità, apportando modifiche al menù e trasferendosi in una location più grande e più funzionale. Una scommessa, soprattutto perché avvenuta in tempi di pandemia, che la coppia ha decisamente vinto e che è valsa alla pizzeria d’asporto le due stelle della Guida del Peperoncino Rosso, una guida che mette in risalto tutte le attività del settore Food e Wine che si sono distinte da altre per la professionalità e la scelta di ingredienti di qualità.

«Per noi è una grandissima soddisfazione che ci ripaga dei tanti sacrifici fatti - ha commentato Attilio Cosentini - Ci speravamo tanto in questo riconoscimento, anche perché negli anni abbiamo sempre cercato di migliorarci. Poi io sono sempre stato controcorrente: ho deciso di investire in piena pandemia e addirittura ho traslocato quando il settore della ristorazione era in ginocchio a causa del Covid. I risultati ci stanno però dando ragione e non possiamo che esserne contenti».

Il segreto? Evolversi continuamente

Il successo di Attilio e Veronica è frutto anche della continua evoluzione. Il primo locale venne aperto nel 2010 in via Trento e per i primi dieci anni si è dedicata alla preparazione della classica pizza, puntando comunque sempre su ingredienti di qualità e arricchendo il menù di pizze sempre nuove. La prima svolta avviene nel 2020, quando la coppia introduce la pizza napoletana e quella romana, ottenendo un grande successo tra i clienti. Nel 2021, invece, la decisione di traslocare nell’attuale sede, con un occhio sempre al costante miglioramento.

Fornetti riscaldati per le consegne a domicilio

Non solo sulla scelta delle materie prime, ma anche nella gestione dell’attività. «Attilio 3.0» è infatti una delle rare pizzerie d’asporto che utilizza fornetti riscaldati, e non solo coibentati, a bordo delle auto utilizzate per la consegna a domicilio. Questo permette la migliore esperienza per il cliente, che potrà quindi gustarsi la pizza calda come se fosse stata appena sfornata. Innovazione che, come detto, riguarda anche gli ingredienti.

La bufala nera, da New York a Treviglio

L’ultima novità, in ordine di tempo, è l’utilizzo della mozzarella di bufala nera.

«L’ho scoperta per caso - ha sottolineato il maestro pizzaiolo - Viene utilizzata in alcuni locali a New York. L’ho proposta ai clienti ed è stato un successo».

Insomma, Attilio Cosentini e Veronica Manitta (che si è dedicata anima e corpo al mondo della pizza dopo aver chiuso il suo salone di parrucchiera a causa della pandemia) sono la dimostrazione che con il duro lavoro si può puntare sempre più in alto. E così, dopo aver raggiunto il secondo posto, nel 2022, al «Contest Pizza Art & Design» nella categoria «Pizza Gourmet Design», kermesse organizzata da «L’Itinerante – scuola di pizza in movimento», ora sono arrivate le due stelle del Peperoncino Rosso. Il prossimo obiettivo? Ovviamente aggiungerne un’altra.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter