Attualità
Solidarietà

Oltre 3600 pacchi alimentari per le famiglie in difficoltà grazie a Intesa San Paolo e Fondazioni Cesvi

Il progetto “100% agroalimentare italiano per le famiglie in difficoltà” toccherà anche la provincia di Bergamo.

Oltre 3600 pacchi alimentari per le famiglie in difficoltà grazie a Intesa San Paolo e Fondazioni Cesvi
Attualità Treviglio città, 16 Dicembre 2021 ore 12:23

È supportato da Intesa San Paolo e da Fondazione Cesvi il progetto “100% agroalimentare italiano per le famiglie in difficoltà” con l’obiettivo di distribuire 3.600 pacchi alimentari destinati alle famiglie più povere sul territorio bergamasco. Questo sarà possibile grazie alla rete di volontari coordinati dall’assessorato alle politiche sociali del Comune di Bergamo.

Un’iniziativa incentivata dalle conseguenze della pandemia

Il progetto “100% agroalimentare italiano per le famiglie in difficoltà” rientra nell’Iniziativa Formula di Intesa Sanpaolo, accessibile dalla piattaforma di raccolta fondi Forfunding.it, attivata per supportare interventi dedicati a bambini, adolescenti, famiglie e anziani con una particolare attenzione alle situazioni di maggiore disagio. Intesa San Paolo si impegna al massimo per ridurre le disuguaglianze e sostenere
quotidianamente situazioni di disagio che il Covid ha incrementato: il 2020, infatti, è stato un anno complicato per gli italiani e particolarmente per i bergamaschi fortemente colpiti dalla pandemia.
Nel capoluogo bergamasco, dal marzo dello scorso anno, oltre 20.000 persone sono cadute in situazioni di povertà assoluta.

4.500 pacchi distribuiti tra Bergamo e Milano

Grazie all’attività di crowdfunding, Intesa e Cesvi, hanno raccolto ben 150mila euro destinati al progetto per poter offrire supporto alle famiglie in difficoltà, dei territori bergamasco e milanese, consegnando pacchi alimentari che garantiranno un’alimentazione sana ed adeguata. Su un totale di 4.500 pacchi, 3.600 saranno destinati nei prossimi 6 mesi a famiglie residenti in provincia di
Bergamo e 900 in quella di Milano. Il contenuto dei pacchi consiste in prodotti agroalimentari italiani, provenienti da una filiera garantita e gestita dalla Direzione Agribusiness di Intesa Sanpaolo, con apporto nutrizionale bilanciato per garantire un pasto adeguato. Fondazione Cesvi si occuperà della fornitura e del confezionamento, che verranno poi distribuiti da una rete di volontari coordinati dal Comune di
Bergamo.

Il fondamentale supporto dei volontari e delle “antenne sociali”

“I pacchi alimentari - ha dichiarato Marcella Messina, assessore alle Politiche sociali del Comune di Bergamo - che arriveranno grazie a questo progetto, raggiungeranno le famiglie vulnerabili della nostra città grazie al lavoro silenzioso e attento delle “antenne sociali”, nuove figure introdotte nel 2021 proprio per intercettare, in modo capillare e discreto, tutte quelle situazioni di bisogno generate anche dalla pandemia che, sconosciute ai Servizi, difficilmente vi accederebbero se non attraverso un primo approccio ‘informale’. Sono certa che quest’iniziativa, generosa anche in termini di durata, ci permetterà di ampliare in modo significativo la capacità di offerta di aiuto ai nostri cittadini, e di dare nuova linfa alla costruzione di un sistema di prossimità che individua e colma i bisogni ma, contemporaneamente, genera relazione e senso di comunità”.

“Al centro dell’impegno del nostro Gruppo c’è la volontà di essere motore per lo sviluppo sostenibile e inclusivo del nostro Paese, fornendo un reale contributo sociale anche alla comunità bergamasca in termini di sostegno a favore di chi ha più bisogno e delle fasce più deboli - ha aggiunto Tito Nocentini, direttore generale Lombardia Nord Intesa San Paolo - Grazie alla raccolta dedicata alla città di Bergamo attraverso la nostra piattaforma Forfunding e all’attività della Direzione Agribusiness, il nostro centro di eccellenza dedicato all’agricoltura, possiamo raggiungere un maggior numero di famiglie in difficoltà e garantire loro un pasto adeguato, supportati dalla fondamentale attività dei volontari. La coesione tra imprese private come Intesa Sanpaolo, istituzioni del territorio e comunità è elemento imprescindibile per poter continuare a fronteggiare la povertà”.

Una Formula, tanti progetti

Formula è un’iniziativa lanciata ad aprile 2021 da Intesa Sanpaolo, accessibile dalla piattaforma di raccolta fondi For Funding, per promuovere, in tutta Italia, iniziative dedicate a sostenibilità ambientale, inclusione sociale e accesso al mercato del lavoro.
Intesa Sanpaolo destina al progetto un euro per molti dei prodotti acquistati dai clienti in modalità online, con il duplice fine di incrementare la raccolta fondi e l’alfabetizzazione digitale della clientela. Il crowdfunding è poi aperto a tutti i clienti della banca, che possono donare online e tramite sportello ATM, nonché a contributori non clienti.
Cesvi supporta Intesa Sanpaolo nell’individuare le migliori progettualità e monitorarne in modo sicuro e trasparente i risultati e l’impatto generato. Nel 2020 le donazioni hanno toccato la cifra record di 10 milioni di euro, collocando For Funding al primo posto nel nostro Paese tra le piattaforme “donation and reward”.

"I 34 progetti supportati dall’Iniziativa Formula- ha sottolineato Roberto Vignola vice direttore Generale di Fondazione Cesvi - sono la dimostrazione che per dare una risposta rapida ed efficace alle problematiche sociali territoriali, la partnership tra enti del terzo settore e imprese può rappresentare una soluzione vincente in grado di portare soluzioni concrete in contesti sociali periferici complessi”.