Attualità
Spino d'Adda

Niente piattaforme per cicogne

L’assessore Roberto Galli: "Il Parco Adda Sud ci ha suggerito di non improvvisare alcun intervento in assenza di studi puntuali"

Niente piattaforme per cicogne
Attualità Cremasco, 26 Febbraio 2022 ore 13:00

Su indicazioni del Parco Adda Sud, l’Amministrazione di Spino d'Adda non accoglie la proposta del comitato «Ambiente e benessere» di installare delle piattaforme per cicogne.

La proposta del comitato

La notizia è arrivata dal presidente del comitato, Vincenzo Mottola, che ha diramato un comunicato per spiegare la natura della proposta inviata all’Amministrazione il 10 gennaio scorso, che suggeriva di installare dei piloni a disposizione delle cicogne.
Il piano nasceva dall’esigenza di trovare nuove piattaforme per ospitare i volatili di ritorno dall’Africa, dal momento che il nido di Spino è rimasto occupato dalle cicogne che quest’anno non sono migrate.

Niente piattaforme per cicogne

"La risposta dell’assessore Roberto Galli è stata negativa - si legge nel comunicato - Non ben identificabili “Enti ambientali” devono occuparsi delle cicogne, non il Comune. Sapevamo anche noi che predisporre nidi per le cicogne non è fra i compiti istituzionali di un Comune, ma credevamo che avere in paese più nidi avrebbe caratterizzato e contraddistinto Spino e, soprattutto, contribuito a realizzare quanto scritto a pagina uno del programma elettorale di 'Al Servizio degli Spinesi': 'nella prospettiva di creare le condizioni affinché un qualsiasi cittadino spinese possa affermare che val proprio la pena abitare a Spino d’Adda!'”.

La risposta dell'assessore

A spiegare il motivo del diniego è stato lo stesso assessore all'Urbanistica e Tutela del territorio.

"Il comitato ci ha inviato una richiesta scritta contenente la proposta di installare delle piattaforme che potessero favorire la nidificazione delle cicogne - ha affermato - All’interno della lettera c’era il numero di telefono del Parco Adda Sud, a cui abbiamo telefonato per avere informazioni in merito. È stato proprio l’Ente a suggerirci di non improvvisare alcun intervento, che in assenza di studi puntuali potrebbe anche rivelarsi inutile. Non direi che la nostra risposta è stata negativa. Anzi, qualora venissero intavolati progetti mirati da parte di 'Lipu', 'Wwf' o lo stesso Parco Adda Sud, ci rendiamo disponibili a collaborare".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter