Attualità
Antegnate

Movida, il Comune disposto a trattare con chi rispetta le regole

Antegnate, l'Amministrazione comunale ha incontrato l'associazione commercianti per chiarire i punti dell'ordinanza che limita l'uso degli esterni nelle ore notturne.

Movida, il Comune disposto a trattare con chi rispetta le regole
Attualità Bassa orientale, 19 Agosto 2022 ore 11:04

Antegnate, l'Amministrazione comunale ha incontrato l'associazione commercianti per chiarire i punti dell'ordinanza che limita l'uso degli esterni nelle ore notturne.

L'ordinanza

«Se gli esercenti avranno i requisiti richiesti, adegueremo la nostra ordinanza». Questo quanto emerso giovedì scorso nell'incontro che il sindaco di Antegnate, Maria Angela Riva ha voluto con gli esercenti del paese, rappresentanti dal presidente dell'associazione di categoria, Raul Rossoni. La questione è quella annosa della limitazione dell’uso all'esterno dei locali, bar ristoranti del centro nelle ore notturne. In particolare le nuove disposizioni del Comune, valide fino al 30 settembre, riguardano la fiducia di musica durante la notte. La limitazione non è stata accolta in modo benevolo dai commercianti, che attraverso una lettera pubblica avevano espresso il diniego a rispettare la regole chiedendo un confronto.

L'incontro

Confronto che è avvenuto giovedì, anticipato da lettera del sindaco agli esercenti. «L'ordinanza è frutto di una scrupolosa e dolorosa valutazione della situazione, di fatto recentemente venutasi a creare puntualmente riferitomi ed oggetto di numerose ansie e segnalazioni ad opera della cittadinanza.- ha scritto il sindaco - Posso oggi serenamente affermare che il contenuto del documento criticato dagli esercenti è certamente equilibrato e rispettoso degli interessi legittimi delle varie parti coinvolte. Tengo anche a precisare che tramite l'ordinanza non vi era e non vi è alcuna intenzione di favorire determinati esercizi commerciali a discapito di altri ma semplicemente di fronte ad autorizzazioni amministrative differenti e situazioni oggettive eterogenee, le soluzioni operative non possono che divergere le une dalle altre».

La comunicazione del Comune

La comunicazione del sindaco ha poi affrontato il tema delle sanzioni nei confronti di chi non rispetterà le disposizioni.
«Inutile dire che in caso di mancato rispetto dell'ordine emesso ogni contravventore risponderà nei termini fissati dalla legge e puntualmente richiamati nel mio provvedimento. - ha scritto il sindaco - In tema, poi del contestato danno economico, lungi da me arrivare a tanto, infatti, la mia ordinanza ricalca fedelmente il contenuto dell'autorizzazione di impiego del plateatico comune, autorizzazioni rilasciate agli esercenti dal preposto ufficio dell'amministrazione comunale, l'area tecnico manutentiva. Sul punto basta leggere l'ordinanza per comprendere come non sia in alcun modo limitato l'orario di apertura e chiusura dei locali, ma sia stato regolamentato il godimento esterno che non può nuocere, alla quiete della cittadinanza». Con questi presupposti si è arrivati all’incontro chiarificatore dei giovedì scorso in Comune. «Abbiamo chiarito i punti dell'ordinanza del presidente dell'associazione dei commercianti del paese( Raul Rossoni, ndr). - ha detto il sindaco Maria Angela Riva – L'ordinanza resterà in vigore fino al 30 settembre. Qualora un recente presentasse la valutazione di impatto acustico aggiornata, rilevata nel suo locale dagli Enti preposti, valuteremo un adeguamento delle disposizioni, fermo restando che prima di tutto tuteleremo la quiete pubblica nelle ore notturne».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter