Attualità
Scuola

Menzione speciale a "La Sorgente" nel contest sul Covid-19 promosso da Ats Bergamo

E' piaciuto il format del videogioco pensato dagli studenti di terza della scuola caravaggina.

Menzione speciale a "La Sorgente" nel contest sul Covid-19 promosso da Ats Bergamo
Attualità Gera d'Adda, 02 Marzo 2022 ore 16:06

Si è svolta questa mattina, presso l’UCI Cinema di Oriocenter, la premiazione dei due contest promossi dall’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo tra i ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Bergamo. Tra queste anche la scuola di Caravaggio "Conventino - La Sorgente" che si è aggiudicata una menzione speciale.

Coronavirus, il contest di Ats

Hanno aderito oltre 250 ragazzi in rappresentanza di 14 scuole alla proposta di Ats Bergamo finalizzata a sensibilizzare i ragazzi rispetto all’importanza della vaccinazione anti Covid-19 attraverso l’ideazione di una campagna di comunicazione a tema Coronavirus. Il contest è iniziato a ottobre 2021 e il termine per la consegna degli elaborati era fissato al 31 gennaio. Due le categorie in concorso: “Una scuola senza Covid”, riservata agli alunni della secondaria di 1° grado e  “Stendilo al Muro” dedicata, invece, agli alunni della secondaria di 2° grado.

Una scuola senza Covid

Per la scuola secondaria di 1° grado (scuole medie) sono giunti 27 elaborati. La Giuria, composta dalla docente di arte Silvia Brandini e da Luca Gallo, Nicole Nava e Silvia Orlandi dell'ufficio comunicazione di Ats Bergamo, ha assegnato il primo premio all’alunna Suva Lemuel Zephania, classe 3b dell’Istituto Comprensivo Statale "A. Moro" di Calcinate (BG).

"E' stata particolarmente apprezzata l’idea di “rivisitazione” del famoso quadro “La Libertà che guida il popolo” del pittore francese Eugène Delacroix - si legge nella motivazione - L’elaborato è stato ritenuto di grande impatto emotivo nonché coerente con la tematica del contest e facilmente utilizzabile per eventuali campagne di comunicazione. Buona capacità di esecuzione tecnica".

Il secondo premio è andato all'elaborato multimediale delle alunne Giuditta Gasparini, Matilda Mora e Chiara Fileno del Collegio Vescovile Sant'Alessandro (BG).

"E' stata apprezzata l’attualità del mezzo di comunicazione utilizzato e la durata breve del filmato che è riuscito comunque a catturare l’attenzione dello spettatore - hanno spiegato - Buona l’idea di utilizzare un tono scherzoso/ironico".

Il terzo premio alle alunne Epis Cassandra, Regazzoni Asia, Scaturchio Marta e Paris Gloria, classe 3C, dell’Istituto Comprensivo Statale "A. Moro" di Calcinate (BG).

"E' stata apprezzato l’impegno e l’originalità di rivisitare il testo adattandolo alla tematica del contest - hanno motivato - Utilizzare le voci stesse delle ragazze per l’interpretazione della canzone ha dato un tocco di personalità in più al video. Buono il montaggio".

Menzione speciale a "La Sorgente"

Hanno ricevuto una menzione speciale l’elaborato realizzato dal gruppo formato da Raffaele Cattaneo, Assanelli Marco, Manzotti Andrea della classe 3°A della Scuola Secondaria Paritaria Conventino - La Sorgente di Caravaggio (BG) con la seguente motivazione: "E' stata apprezzata l’idea di proporre un “format videogioco” tramite una grafica. Di facile comprensione e ideale per creare un’animazione".

E ancora un racconto dell’alunno Leonardo Borghini dell’Istituto Scolastico Paritario Sacramentine di Bergamo dal titolo “Libera nel passato, vincolata dal futuro” che è stato "apprezzato la notevole profondità di pensiero del racconto. Unico elaborato scritto racconta il Covid da un’altra prospettiva".

Stendilo al muro

Per quanto riguarda gli elaborati delle scuole superiori, la giuria ha assegnato il primo premio al Gruppo n° 2 del Liceo Artistico Statale Manzù di Bergamo composto da Pesenti Valentina, Mehay Simon e Rossi Marta con la seguente motivazione: "Ottima esecuzione tecnica e originalità dell’idea. Immediatezza del messaggio. Di forte impatto la metafora vernice/vaccino".

Il secondo premio al Gruppo del Liceo Artistico Statale Manzù di Bergamo composto da Acunzo Laura, Amadei Debora, Moraschini Manuel e Weerasooriya Thaveesha con la seguente motivazione: "Ottima esecuzione tecnica e forte impatto emotivo. Piaciuta l’idea di far emergere la pericolosità del virus portandolo alle estreme conseguenze nella rappresentazione di un mondo distopico".

Il terzo premio all’alunna Eleonora Biava della classe 5° AT, dell’Istituto C. Caniana di Bergamo della quale è stata "apprezzata l’idea di ricontestualizzare la classica fiaba di Cappuccetto Rosso. Ottima da inserire in un’ipotetica campagna vaccinale pediatrica".

I ragazzi che hanno partecipato ai due contest hanno ricevuto una gift card da Oriocenter. L’iniziativa è stata realizzata grazie alla collaborazione del Comune di Bergamo, dell’Ufficio Scolastico Territoriale e di Oriocenter. In particolare il Comune di Bergamo ha concesso il muro dove verrà realizzato il murales vincitore.

Un aiuto alla campagna vaccinale

“I due contest dedicati alle scuole proseguono nella direzione tracciata da ATS Bergamo a ottobre con #OpenUp la campagna volta a sensibilizzare le persone sul tema della vaccinazione anti Covid-19 e coinvolgere i cittadini non ancora vaccinati quando la campagna vaccinale era in pieno svolgimento – ha commentato Massimo Giupponi, direttore generale Ats Bergamo – Siamo molto soddisfatti dell’ampia partecipazione da parte delle scuole e degli studenti, singoli o in gruppo, che hanno dimostrato la loro attenzione e disponibilità su un tema di salute pubblica che riguarda tutti i Bergamaschi, in ogni fascia di età”.

Teresa Capezzuto, dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo, ha portato i saluti del dirigente Vincenzo Cubelli e si è congratulata con i partecipanti.

“Il vivace interesse suscitato nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado dall’iniziativa conferma quanto la prevenzione e la tutela della salute stiano a cuore alle giovani generazioni. Le studentesse e gli studenti partecipanti hanno saputo in vario modo realizzare elaborati originali e creativi, interpretando con grande motivazione il messaggio di sensibilizzazione sollecitato da entrambi i contest”.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter