Attualità
Cultura

Martinengo vola... nello spazio, sabato l'inaugurazione al Filandone

Due giorni (il 28 maggio e il 4 giugno) dedicati alla scoperta dell'Universo. Tante attività e conferenze e una mostra da non perdere.

Martinengo vola... nello spazio, sabato l'inaugurazione al Filandone
Attualità Media pianura, 25 Maggio 2022 ore 16:09

Arriva "Martinengo nello spazio", la mostra che porta la città nel mondo degli astronauti.

Martinengo nello spazio

Sabato avrà inizio una mostra dedicata all’esplorazione dello spazio, ripercorrendo l’incredibile storia del volo umano, con eventi, conferenze a tema e visite guidate alla mostra e al borgo medievale. Saranno in esposizione modelli di velivoli e stazioni spaziali, missili e satelliti e altre testimonianze di collezioni di astrofilatelia e aerofilatelia curate dal Circolo filatelico bergamasco. Durante tutta la durata della manifestazione saranno inoltre presenti all’esterno del Filandone due palloni aerostatici che rappresentano Luna e Marte.

A impreziosire l’esposizione ci penseranno i numerosi relatori di altissimo livello che cureranno diverse conferenze. Figura rilevante nel panorama spaziale è Rega Renato Annibale, responsabile logistica aerospaziale, che ha curato con la Pro Loco l’organizzazione dell’evento. Sarà presente all’inaugurazione della mostra (in agenda per sabato 28 maggio alle 10.30)  e presenterà un’esposizione dal titolo "Dal grande Cielo all’immenso Spazio" arricchita da una serie di modelli, documenti e fotografie storiche che ripercorrono l’incredibile avvicinamento dell’uomo alle stelle.
Walter Cugno, nonché Vice President Exploration and Science Domain Responsible della Thales Alenia Space Turin site, sarà ospite con il direttore responsabile di Orbiter, Eugenio Sorrentino, i quali, oltre a partecipare all’inaugurazione di sabato mattina, interverranno alle 17.30 alla conferenza "L’esplorazione Umana dello Spazio: Dalla Terra alla Luna e... oltre".

“La mostra, sarà impreziosita dagli oggetti provenienti dal museo della cittadella di Alessandria, di appartenenza della famiglia Judica Cordiglia, i cui due fratelli, Achille e Giovanni, con i loro apparecchi radio scoprirono, primi al mondo, i segnali provenienti dallo spazio alla fine degli anni 50 quando i primi satelliti artificiali furono lanciati da russi e americani - ha sottolineato Rega Renato Annibale, curatore della mostra - Una testimonianza unica al mondo che sarà ben illustrata ai visitatori all'inaugurazione da Max Judica Cordiglia che ha reso disponibile le apparecchiature e i nastri originali che da poco sono stati visti nella trasmissione "Freedom" che il noto giornalista Giacobbo ha voluto dedicare all’incredibile storia".

A seguire, il rinfresco offerto da Gastronomia Danesi di Martinengo per allietare il palato con prelibatezze locali, parlando di spazio e visitando la mostra.

Tra meteo e ufo e realtà virtuale

Il 4 giugno si replica con la serata culturale AeroSpaziale - Green AeroSpace Conference a cura dell'Associazione Arma Aeronautica AAA Sezione di Caravaggio, Dalle 20.45 spazio a "Curiosità e scientificità della previsione meteorologica" con la partecipazione del Colonnello Mario Giuliacci, a seguire "Fenomeni Aerei non identificati. Indaghiamo..." con Costantino Carraro di Mufon Italia e la simulazione di volo e realtà virtuale - Aero ed Astronautica con il pilota Davide Calvi e Inf. Mauro Corbetta (Retroedicola Videoludica). A moderare la serata il presidente AAA della sezione di Caravaggio Antonio Maurizio Pellegri.

La mostra a ingresso gratuito è aperta tutti i sabati, domeniche e festivi dalle 10alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.

“La Pro Loco con questa mostra porta a Martinengo un'interessante esposizione di cimeli dall'alto valore tecnico e di importanza scientifica nonché storica che faranno percorrere ai visitatori una sensazionale avventura - ha commentato il presidente della Pro loco di Martinengo Luca Plebani - Il format pensato sarà un arricchimento culturale, scientifico, ma anche ludico e ricreativo con la visita serale all'esposizione riservata con aperitivo. Mi auguro che la curiosità e il fascino che suscita “Martinengo nello spazio” sappia coinvolgere soprattutto un pubblico giovane pronto ad interagire e stimolare i numerosi e preparati relatori del mondo tecnico, della logistica, della meteorologia, dell'aviazione dello spazio e della ricerca che si alterneranno per tutto il periodo dell’esposizione. Un doveroso ringraziamento ai relatori che si sono messi a disposizione con entusiasmo per questa ''Martinengo nello spazio 2022'', agli enti patrocinanti, a quanti ci hanno prestato il materiale espositivo e agli sponsor sostenitori".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter