Attualità
Romano

L’Istituto Comprensivo Fermi in piazza per il Fridays for Future

L’iniziativa di sensibilizzazione alla crisi climatica ha toccato anche il centro di Romano grazie agli studenti delle medie.

L’Istituto Comprensivo Fermi in piazza per il Fridays for Future
Attualità Romanese, 27 Settembre 2021 ore 13:54

L’iniziativa di sensibilizzazione alla crisi climatica ha toccato anche il centro di Romano grazie agli studenti delle medie.

Fridays for Future

Migliaia di studenti e attivisti sono scesi in piazza venerdì per il primo Global Strike di questo autunno, organizzato dal movimento Fridays for Future. L'appuntamento è stato globale, per chiedere misure immediate, che rispondano alla crisi climatica in atto. A Berlino Greta Thunberg ha parlato di fronte ad una folla di centinaia di giovani dicendo che “Il cambiamento ora non è solo possibile, è urgente e necessario”. A Milano, la manifestazione è stata solo un inizio: infatti dal 28 a 30 settembre la città ospiterà diverse iniziative organizzate da Climate Open Platform, una rete nata sul territorio in vista della Cop26, la Conferenza delle Parti sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite, che si terrà a Glasgow, nel Regno Unito, a novembre.

Ic Fermi

A Romano una cinquantina di ragazzi delle seconde C e D, in rappresentanza di tutto l’Istituto comprensivo “Enrico Fermi”, sono arrivati in piazza Roma accompagnati dalle professoresse Capelletti, Venuti, Pagani e dalla vicepreside G. Bomei e hanno sfilato per le vie del centro con i cartelloni colorati che avevano realizzato per lanciare l’invito a salvare il pianeta dal processo irreversibile del surriscaldamento globale. In piazza alcuni di loro hanno proposto anche una coreografia, al termine della quale sul retro delle magliette si è potuto leggere la scritta “Save the world. Stay green”.

L’indagine

Gli studenti della scuola media hanno poi coinvolto molti passanti proponendo un questionario sulla coscienza ecologica, utilizzando i tablet messi a disposizione dalla scuola. I cartelloni prodotti sono stati esposti per il resto della giornata sotto il Palazzo della Ragione. “La partecipazione gioiosa – hanno detto le docenti - e l’impegno dimostrati sono stati davvero una nota di speranza”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter