Attualità
Covo

Le nuove generazioni celebrano la Giornata dell’albero

Tripla iniziativa per pulire il paese insieme agli "adulti di domani".

Le nuove generazioni celebrano la Giornata dell’albero
Attualità Romanese, 22 Novembre 2022 ore 15:24

Covo si scopre ecologista con una tripla iniziativa per pulire il paese e celebrare la giornata dell’albero.

Eventi Green

Venerdì mattina al parco Papa Giovanni XXIII di Covo in collaborazione con il comune di Covo si è svolta la Giornata dell’Albero. Il primo evento di una serie all’insegna dell’ ecologia e della sostenibilità. Protagonisti sono stati i giovani studenti delle terze elementari della scuola Locatelli che al parco Papa Giovanni XXIII, in collaborazione con il Comune, hanno piantumato dei piccoli alberi. Iniziativa che si è poi spostata, lunedì mattina, alla scuola dell’infanzia. Qui il sindaco Andrea Capelletti e l’assessore Giovanni Ceribelli insieme alle maestre hanno vissuto una mattina particolare dove i bambini, con le loro canzoni, hanno augurato un buon compleanno all'albero che lo scorso anno era stato messo a dimora. L'Amministrazione comunale ha voluto ricordare la giornata regalando una matita speciale ad ogni bambino. Matita che all'estremità, invece di avere la gomma, ha una capsula con dentro un seme. Il gruppo Ecologia del Comune invece ha regalato alle maestre dei semi per creare un prato fiorito. Sabato invece è stata la volta dei volontari del Gruppo Ecologia e Ambiente di Covo che hanno dedicato tempo alla pulizia del territorio.

La giornata dell’albero

A partire dal 2011, infatti la Giornata Nazionale degli Alberi viene celebrata ogni 21 novembre con l’intento di promuovere le politiche di riduzione delle emissioni, la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all'albero e la vivibilità degli insediamenti urbani. Accanto alle iniziative per la Giornata Nazionale degli Alberi si svolgono anche quelle per la Festa dell’Albero, un’iniziativa promossa da Legambiente dal 2008 e che ha radici che affondano nelle antiche tradizioni della nostra cultura. Infatti, già gli antichi Romani precorsero l'odierna festa degli alberi: questi erano tutelati e conservati anche per motivi legati alla religione ed era consuetudine consacrare i boschi al culto delle divinità dell'epoca. Inoltre, la più grande festa silvana in epoca romana era la “Festa Lucaria” che cadeva il 19 luglio.

Gli organizzatori

“Negli ultimi anni in questa occasione, cerchiamo di realizzare dei piccoli boschi con i bambini per valorizzare il ruolo dell’albero e ricordarne il contributo indispensabile. - ha detto l’assessore Giovanni Ceribelli - Quest'anno il parco Papa Giovanni xxııı è stato il luogo dove si è svolta l'iniziativa, è stato bello vedere i ragazzi molto attenti e impegnati a seguire le istruzioni da parte di Piero Moriggia di come mettere le piantine a dimora. Un ringraziamento a Corrado Padovani per aver donato le piantine di viole a tutti i ragazzi e un grazie ai nostri vigili volontari e al gruppo Ecologia e Ambiente per essere sempre presenti e disponibili”.

2
Foto 1 di 6
3
Foto 2 di 6
4
Foto 3 di 6
5
Foto 4 di 6
6
Foto 5 di 6
7
Foto 6 di 6
Seguici sui nostri canali